Ecologia

Non solo lattine, ecco le 5 regole d'oro per differenziare l'alluminio

Una per tutte: questi imballaggi non vanno sciacquati. Basterà rimuovere i residui di cibo. Anche perché, ricorda la Cial, prima della fusione definitiva, i contenitori infatti vengono pre-fusi per una pulizia generale.

Roma, 24 apr. - (AdnKronos) - Dalle lattine per bevande alla scatolette e vaschette per il cibo fino ad arrivare alle cialde. L'alluminio, in tutte le sue forme, sarà presente all'Expo ma prima di diventare rifiuto, bisogna ricordare ai visitatori le regole d'oro della raccolta differenziata. Cinque le raccomandazioni della Cial, il consorzio imballaggi alluminio.

1. Non solo lattine. Benché le lattine per bevande siano l’imballaggio in alluminio più conosciuto e usato, vanno raccolte altre tipologie di imballaggi: scatolette e vaschette per il cibo, bombolette aerosol, tubetti, tappi e chiusure, ed anche il foglio d’alluminio.

2. Gli imballaggi in alluminio non vanno sciacquati. Basterà rimuovere i residui di cibo (ad esempio dalle scatolette e dalle vaschette per il cibo). Prima della fusione definitiva, i contenitori infatti vengono pre-fusi per una pulizia generale.

3. L’alluminio non si raccoglie mai da sol o, ma sempre con altri materiali: plastica o vetro, a seconda di come il Comune sceglie di organizzare la raccolta differenziata.

4. La carta stagnola è alluminio al 100%. Viene chiamata, in gergo, così perché inizialmente veniva prodotta con una percentuale di stagno che, ad oggi, non c’è più. Il nome corretto è foglio d’alluminio e va riciclato, come ad esempio quello del rotolo da cucina o gli involucri del cioccolato.

5. Gli imballaggi metallici, oltre che in alluminio, possono essere in acciaio (come ad esempio alcune scatolette per il cibo, i barattoli o le bombolette aerosol). Una differenza che, ai fini della raccolta fatta dal cittadino, però, non è importante, visto che alluminio e acciaio si raccolgono sempre insieme.

24 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us