Ecologia

Nelle imprese si consolida la figura del manager della Csr

Lo rileva il report “Le Unità di Csr nelle grandi imprese italiane", realizzato da Csr Manager Network, con il supporto dell’Università Cattolica Altis e dall’Università degli Studi di Milano

Roma, 26 feb. - (AdnKronos) - Il Csr manager è una professione che va consolidandosi all’interno delle imprese. Da dati raccolti da ventotto tra le imprese di maggiori dimensioni in Italia oggi impegnate sui temi della sostenibilità, si registra un tasso di riconoscimento formale delle unità di Csr superiore all’80%. E' quanto emerge dal report “Le Unità di Csr nelle grandi imprese italiane", realizzato da Csr Manager Network, con il supporto dell’Università Cattolica Altis e dall’Università degli Studi di Milano , segnalando la progressiva affermazione e istituzionalizzazione delle unità di Csr e una crescente riconosciuta importanza alle tematiche sociali e ambientali

In particolare, le unità di Csr nella maggior parte dei casi si collocano a un riporto di secondo livello (62.9%) o superiore (18.5%) rispetto al vertice, posizionandosi quale funzione vicina al top management. Secondo Fulvio Rossi, Presidente del Csr Manager Network e Csr Manager di Terna, "emerge da un lato la conferma dei connotati manageriali che caratterizzano la figura del Csr manager. Dall’altro, si evidenzia come le Unità di Csr siano collocate in posizioni ad alta visibilità aziendale, anche se non necessariamente a diretto riporto del top management".

Per Rossi, "sono entrambe premesse importanti perché il Csr manager possa esercitare un ruolo sempre più incisivo nella creazione di un nesso strategico tra le tematiche di sostenibilità e il business”. La ricerca conferma le competenze manageriali che caratterizzano la figura del Csr manager, il quale svolge attività scarsamente definite da regole e procedure organizzative.

Adottando una metodologia di tipo qualitativo, lo studio ha fatto emergere interpretazioni diversificate del medesimo ruolo in organizzazioni diverse, identificando 6 immagini tipiche (chiamate “retoriche occupazionali”) che raccontano i diversi modi, spesso fluidi e concomitanti, con cui il Csr Manager descrive il proprio ruolo all’interno dell’azienda: il Csr manager come 'motore del cambiamento'; 'orientato al business'; 'profeta'; 'orientato ai valori'; 'controller della Csr' e 'poliedrico'.

Per quanto concerne il futuro, la ricerca individua quali tematiche influenzeranno maggiormente l’evoluzione della Csr all’interno delle organizzazioni: l’integrated reporting, i diritti umani e i Sustainable development goals. Altri ambiti rilevanti di possibile intervento per i Csr Manager sono quello del lavoro, della sua qualità e delle problematiche attuali; lo sviluppo di strumenti di stakeholder engagement per una sempre maggior integrazione delle aziende nel tessuto sociale; infine, l’approvazione della direttiva europea sul non-financial reporting.

25 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us