Ecologia

Negli armadi del futuro gli eco-jeans davvero "verdi"

Un nuovo processo produttivo potrebbe far risparmiare il 92% di acqua e il 30% di energia: una piccola rivoluzione per un capo molto diffuso e altrettanto inquinante.

Tutti ne abbiamo almeno un paio nell'armadio. Eppure è difficile immaginare un capo d'abbigliamento meno sostenibile: per produrre un solo paio di jeans occorrono poco meno di 9500 litri d'acqua, utilizzati per immergere la stoffa in ben 15 vasche di tintura all'interno delle quali questi pantaloni acquistano il loro caratteristico colore. Aggiungete grandi quantità di additivi chimici e acque di scarto, quindi moltiplicate per i 2 miliardi di jeans prodotti ogni anno nel mondo. Avrete così un'idea di quanto inquini uno degli status symbol della moda globale.

Sai quanta acqua consumi? Scoprilo con un test
Guarda anche lo spreco che non si vede: i numeri dell'impronta idrica globale

Ma un modo per produrre jeans "verdi" (non nel colore) esiste, ed è stato presentato a Washington nel corso della recente conferenza «Green Chemistry & Engineering», sostenuta dall'American Chemical Society. Il processo, chiamato Advanced Denim e sviluppato dalla multinazionale chimica Clariant situata in Svizzera, prevede l'utilizzo di una sola vasca di tintura e tinte di nuova generazione composte da zolfo liquido concentrato e additivi a base di zucchero. Grazie a questa tecnica, tutte le altre fasi della produzione vengono eliminate, con un risparmio, per un paio di jeans, del 92% di acqua e del 30% di energia rispetto alle lavorazioni tradizionali.

Abiti antismog, vestiti a base di latte, magliette compostabili: cosa indosseremo nel futuro?

Il processo produce anche minori scarti di lavorazione: «circa l'87% in meno di rifiuti di cotone, che solitamente vengono bruciati immettendo anidride carbonica in atmosfera», come ha spiegato Miguel Sanchez, ingegnere tessile della Clariant che ha presentato il progetto. «Se solo il 25% dei jeans mondiali fosse tinto con questa tecnologia» ha specificato Sanchez, «si risparmierebbe acqua a sufficienza per coprire il fabbisogno di 1,7 miliardi di persone, prevenire il rilascio di 8,3 milioni di metri cubi di acque di scarto e risparmiare fino a 220 milioni di kWh di elettricità, eliminando il rilascio di una corrispondente quantità di emissioni di anidride carbonica ogni anno».

Che cosa ne pensate? Il tema della sostenibilità dei capi acquistati vi interessa come consumatori?
Un'altra proposta a proposito di vestiti e green life: e se smettessimo di stirare?

4 luglio 2012 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us