Ecologia

Navi ad aquilone per la marina di domani

Un sistema di propulsione ibrida motore vela-motore permette consistenti risparmi di carburante alle grandi navi oceaniche. E non serve nemmeno la vela: basta un aquilone. (Alessandro Bolla, 23 ottobre 2008)

Il verde dell’ecologia diventa... verde militare, anzi azzurro marina. Le forze armate americane saranno infatti una delle prime organizzazioni al mondo a utilizzare una nuova e generazione di navi a propulsione ibrida motore-vela che permetterà risparmi di carburante del 20-30% rispetto ai vascelli convenzionali. Ma chi si immagina portaerei ultra moderne con alberi e sartie è fuori strada. La nuova tecnologia utilizza infatti, al posto di rande e spinnaker, un gigantesco aquilone che, attaccato alla nave per mezzo di una cima, cattura il vento e la traina proprio come accade, su scala diversa, nel kitesurf. Il Navy's Military Sealift Command, l’ufficio della marina americana che si occupa di logistica, ha infatti noleggiato la Beluga, un cargo tedesco che sfrutta questa tecnologia, per trasportare materiali dalle basi americane all’Europa.

CACCIATORI DI AQUILONI
La vela altro non è che un grande aquilone controllato da un computer che si leva a circa 100 metri di altezza sopra la nave, dove i venti sono più stabili e prevedibili. Per motivi di sicurezza il sistema Sky Sails, questo il nome del dispositivo, può essere utilizzato solo in mare aperto e comunqe oltre le 3 miglia dalla costa. Rispetto alle vele convenzionali offre numerosi vantaggi: non servono alberi e strutture fisse sulla nave e, una volta ripiegato, occupa lo spazio di una cabina del telefono. Il funzionamento del sistema è relativamente semplice: un braccio telescopico tende e alza l’aquilone sopra la prua, fino a quando il vento, gonfiandolo, non lo fa alzare fino alla quota operativa.
Il pieno costa meno. I vantaggi? Consistenti. Una nave di circa 130 metri come la Beluga risparmia, grazie all’aquilone, circa 1.000 euro al giorno di carburante. E proprio quest’economia ha permesso all’armatore di offrire alla US Navy prezzi più vantaggiosi rispetto ai concorrenti e vincere l’appalto.

23 ottobre 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us