Ecologia

Mediterraneo di plastica

Un lavoro dell'IUCN mette in luce l'enorme quantità di plastica che ogni anno finisce in mare, nel Mediterraneo: l'Italia è tra i primi tre grandi inquinatori.

Per l'UICN, l'Unione Mondiale per la Conservazione della Natura, è necessario intervenire al più presto con misure audaci... In sintesi, è questo l'appello che emerge da un lavoro pubblicato il 27 ottobre, che riguarda l'ammontare di plastica che ogni anno finisce in mare. Il report denuncia che sono 230.000 le tonnellate di plastica che vengono scaricate ogni anno nel Mar Mediterraneo: una enorme quantità di plastice varie... che potrebbe più che raddoppiare da qui al 2040 se non si adottano fin da subito misure estremamente severe.

I Paesi che più di tutti immettono plastichenel Mediterraneo sono l'Egitto, la Turchia e l'Italia, che, insieme, riversano il 50 per cento circa di tutta la plastica che poi si ritrova in acqua. Le cause principali sono, da un lato, i grandi agglomerati urbani che si trovano sulle coste, e dall'altro l'incapacità dei singoli Paesi di gestire i rifiuti.

500 container l'anno. Il rapporto dell'IUCN, Mare Plasticum: The Mediterranean, stima che oltre un milione di tonnellate di plastica si siano già accumulate nel Mediterraneo, e che 229.000 tonnellate - equivalenti a oltre 500 container - vi finiscano ogni anno. Se la situazione non dovesse cambiare arriveremo facilmente a 500.000 tonnellate l'anno entro il 2040: è per questo motivo che "sono necessari interventi ambiziosi e temerari, al di là degli impegni attuali, per ridurre il flusso di plastica in mare", dichiarano i ricercatori dell'IUCN.

Minna Epps (IUCN) ribadisce quello che ormai è sotto gli occhi di tutti: «l'inquinamento da plastica causa danni a lungo termine agli ecosistemi terrestri e marini, e alla biodiversità; gli animali marini possono rimanere impigliati, o ingoiare rifiuti di plastica, e quando succede spesso finiscono per morire di stanchezza e fame».

I primi, semplici rimedi. Di soluzioni risolutive e immediate non ce ne sono, tuttavia basterebbe poco per tagliare di almeno 50.000 tonnellate l'anno la plastica che finisce nel Mediterraneo: sarebbe sufficiente migliorare la gestione dei rifiuti di un centinaio di grandi città nell'area mediterranea. In più, vietare i sacchetti di plastica in tutti i Paesi della regione del Mediterraneo ridurrebbe la plastica in mare di altre 50.000 tonnellate all'anno.

3 novembre 2020 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us