Ecologia

L’ultima frontiera del riciclaggio? I pannolini!

Progetto pilota partirà il prossimo anno nel nord Italia.

Pannolini e assorbenti costituiscono il 3% dei rifiuti urbani prodotti in Italia. Fino a ieri non era possibile differenziarli e riciclarli ma adesso c’è un progetto sperimentale che coinvolge 400 mila abitanti del nord Italia.

“Pannolini e assorbenti rappresentano il 3% dei rifiuti urbani prodotti in Italia”

Emergenza rifiuti - Quasi nessuno lo sa, ma i pannolini e gli assorbenti sono un vero problema in Italia: rappresentano il 3% dei rifiuti totali prodotti nel nostro paese e finiscono puntualmente in discarica, perché non possono essere riciclati. O meglio: non potevano. È iniziato, infatti, un nuovo progetto sperimentale per il recupero e il riciclo di pannolini, assorbenti e prodotti per l’incontinenza che promette di trasformare questi rifiuti in nuovi oggetti di plastica.

Chi e dove ­- Il progetto è firmato Pampers (ma è valido per i prodotti di tutte le marche) con la collaborazione del Centro Riciclo Vedelago (TV) e il Comune di Ponte nelle Alpi (BL). L’idea è quella di dare vita alla filiera italiana del pannolino usato: dalla raccolta differenziata (con un contenitore apposito: sono sporchi!) alla trasformazione del rifiuto in materia prima plastica da poter utilizzare per creare nuovi prodotti.

Quando? - Il progetto pilota dovrebbe partire a settembre del prossimo anno, molto probabilmente a Vedelago che ha già un Centro Riciclo molto efficiente. Se tutto andrà come previsto potranno essere serviti circa 400 mila abitanti delle province di Treviso e Belluno. Una sperimentazione, quindi, ma molto robusta.

Oggi… - Oggi in Italia questi rifiuti possono essere smaltiti solo in due modi: discarica (il 77% dei pannolini fa questa fine) e inceneritore (il restante 23%). Un processo che, in entrambi i casi, comporta alte emissioni di CO2 e, soprattutto nel caso dell’incenerimento, l’emissione di moltissime sostanze tossiche come le diossine. È pur sempre plastica, d’altronde. Le enormi quantità di pannolini e assorbenti che finiscono nella spazzatura, fatti due conti, riempiono l’equivalente di tre discariche ogni anno.

E domani - Il sistema di raccolta differenziata e riciclo dei pannolini potrebbe farci risparmiare, per la sola zona di sperimentazione, l’emissione di 1.874 tonnellate di anidride carbonica con un risparmio di almeno 4.600 tonnellate i rifiuti in discarica per anno. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

14 dicembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us