Ecologia

Londra: i bus a due piani alimentati a fondi di caffè

Da ora in poi i double-decker si muoveranno anche grazie a una piccola quantità di biocarburante ricavato dagli scarti di pub e caffetterie: non abbastanza, però, da profumare l'aria.

Nelle tazze londinesi finisce più spesso il tè, ma saranno espresso e cappuccini ad alimentare - anche se in minima parte - i più popolari mezzi di trasporto della metropoli: i double-decker, gli autobus a due piani di Londra, saranno da ora in poi spinti anche da biocarburanti ricavati da fondi di caffè.

Da lunedì 20 novembre i 9500 mezzi rossi della città funzionano anche grazie a una piccola parte di carburante sviluppato dagli scarti di caffè delle grandi catene di caffetterie londinesi, aggiunta al mix di diesel e biocombustibile che li fa funzionare.

Solo l'inizio. La Bio-bean, una startup britannica, in collaborazione con la multinazionale del settore petrolifero Royal Dutch Shell, hanno annunciato di aver prodotto a questo scopo circa 6 mila litri di liquido: quanto basta per alimentare un singolo double-decker per un anno. Distribuito su migliaia di autobus è poca cosa: in totale, nel 2015, gli autobus londinesi hanno consumato 240 milioni di litri di diesel.

Esci e inspira... Date le piccole proporzioni, difficilmente in questa prima fase si registreranno miglioramenti - o un aroma di moka per le strade di Londra. I biocarburanti a base di caffè conservano parte del profumo, ma una volta processati, distillati e mischiati al resto del diesel, l'odore si perde.

Trasporti più "green". L'esperimento fa parte di una serie di progetti per alimentare gli autobus della città con biocombustibili ricavati da vari scarti alimentari (come gli oli esausti). Inoltre, un sesto della flotta di bus della città è spinto da motori ibridi, e 300 autobus a un solo piano dovrebbero presto diventare elettrici o a idrogeno.

22 novembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us