L'impatto dell'uomo sul mondo in 35 foto dall'alto

Le panoramiche dei luoghi in cui l'uomo ha lasciato un'impronta visibile, mostrando il Pianeta così come lo vedrebbe un astronauta.

6borapetroliobangladesholandafiumipisteviareggiobondichinanysolar_parkcattlenishinoshimaislandvolcanojul1coal-newroadslouisiana13stadiomessicofestivalmanilawindmine2singaporebrazilmine2_post2mine1yellowstonevenedig-italienburjdigarotterdammiagaranewbristolnewparconewcrescentnewminenewdhabiApprofondimenti
6

Lo chiamano "Overview effect" (effetto panoramica) e indica essenzialmente un cambio di prospettiva: è quella sensazione di meraviglia, mista a timore e senso di responsabilità, che provano gli astronauti nel vedere la Terra dall'alto, nel suo insieme, e con le cicatrici che l'uomo ha lasciato su di essa. Il progetto Daily Overview, del newyorkese Benjamin Grant, è nato per permettere anche a noi comuni mortali di ammirare il nostro Pianeta in una serie di foto panoramiche davvero bellissime. Ogni scatto è osservabile su un doppio livello: quello, più superficiale, di colori e geometrie, e quello dell'impatto dell'attività umana sul nostro sempre più martoriato pianeta. Qui, scavatrici al lavoro nella miniera a cielo aperto di Tagebau Hambach, in Germania, una riserva naturale del carbon fossile lignite.

bora

Grant setaccia Google Earth in cerca degli angoli di Terra che meglio rappresentino l'istanza ecologica del momento: un intervento sulle coste, l'attività estrattiva, la produzione energetica, i trasporti portuali o le modifiche per infrastrutture ricreative. Una lieve modifica al colore e la foto è pronta per essere postata. Qui un resort intercontinentale, con tanto di passerelle e pontili privati, sull'isola corallina di Bora Bora, in Polinesia.

petrolio

Gli scatti, Grant lo sa bene, creano in chi li ammira emozioni contrastanti. Da un lato, sono talmente belli da poter tappezzare le pareti di un salotto; dall'altro, denunciano un intervento sul territorio che spinge quasi a distogliere lo sguardo. Nella foto, migliaia di pozzi per l'estrazione del petrolio a Donie, in Texas.

bangladesh

Il porto di Chittagong, in Bangladesh, dà lavoro a circa 200 mila persone. Ma superato lo stupore per la colorata simmetria delle navi dall'alto, soffermatevi sul colore delle acque: raccontano le condizioni proibitive in cui lavora chi smantella questi giganti e i loro carichi, che spesso perde la vita in esplosioni improvvise, o per l'esalazione di gas tossici. Guarda anche: dove vanno a morire le navi

olanda

L'ordine rigoroso e geometrico dei giardini della residenza reale di Het Loo, ad Apeldoorn, Paesi Bassi. Fontane, giardini, aiuole e statue seguono la regola del design da esterni barocco: simmetrie rigorose, pianta assiale e una griglia di sentieri pedonali. Il contrario di un paesaggio selvaggio e contaminato.

fiumi

Le paludi salate della Baia di San Francisco viste dall'alto: questi acquitrini devono il loro colore sgargiante alla presenza, al loro interno, di alghe tipiche degli habitat altamente salini, come la Dunaliella. L'80% di queste paludi viene oggi sfruttato per l'estrazione di sale.

piste

Le piste di una stazione sciistica a Eagle County, in Colorado, USA. Lo scatto è stato catturato in ottobre, mentre le foglie sugli alberi stavano ancora cambiando colore.

viareggio

Ogni foto è munita di coordinate che aiutano gli osservatori a ritrovare quella località e a confrontare ciò che vedono da Terra con la prospettiva da satellite. Questa... la riconoscete? È una spiaggia di Viareggio, costellata di ombrelloni.

bondi

Decisamente più selvaggia, ma ugualmente affollata, è la celebre Bondi Beach, in Australia. Il suo nome deriva dalla parola aborigena "Bondi" che significa onde che si infrangono contro le rocce. Guarda anche le foto dall'alto delle spiagge più belle del mondo

china

Il terminal per il trasporto di carbone del porto di Qinhuangdao, in Cina. Si calcola che da qui partano, ogni anno, 210 milioni di tonnellate di carbone destinate agli impianti industriali delle grandi città del sud della Cina. Lo smog record di Pechino, e come viene fatto sparire

ny

Il grattacielo residenziale 432 Park Avenue attualmente in costruzione a New York si trova al centro in questa foto: una volta completato, con i suoi 426 m di altezza sarà il più alto edificio residenziale nel mondo occidentale. Ogni 12 piani, due livelli vengono lasciati completamente vuoti per permettere il passaggio del vento e favorire la stabilità strutturale.

solar_park

Daily Overview ha anche un account Instagram molto seguito in cui posta le stesse immagini a portata di smartphone. Nella foto tratta dalla sezione "Energia" il parco solare di Waldpolenz, in Germania. Con i suoi 550 mila moduli solari produce 40 mila MWh di energia elettrica all'anno. Occupa più di 2 milioni di metri quadrati.

cattle

Il triste spettacolo di recinti per l'ingrasso del bestiame a Summerfield, in Texas. Qui gli animali vengono condotti per un ultimo, finale periodo all'ingrasso prima di essere macellati. A sinistra uno specchio d'acqua fortemente inquinato dal letame e da prodotti chimici.

nishinoshimaislandvolcanojul1

L'eruzione dell'isola vulcanica di Nishinoshima fotografata il 1 luglio scorso. In quasi due anni di attività eruttiva l'isola ha aumentato la propria superficie da mezzo a 2,3 km quadrati.

coal-newroadslouisiana

Pennacchi di fumo si sollevano dalla Big Cajun II Coal Power Plant di New Roads, Louisiana, la 42esima più inquinante centrale a carbone degli Stati Uniti. Emette ogni anno 390 tonnellate di gas inquinanti.

13

Una miniera di uranio ad Arlit, Niger. Da questo sito si estraggono ogni anno 3400 tonnellate del metallo che alimentano l'industria nucleare francese.

stadio

Sembrano facce sorridenti quelle formate da due stadi di Kansas City, l'Arrowhead Stadium e il Kauffman Stadium, visti dall'alto.

messico

Il molo più lungo del mondo misura 6,5 km e si trova a Progreso, nel Golfo del Messico. Poiché la spiaggia è situata su un deposito calcareo che digrada progressivamente verso il mare, le navi devono attraccare al pontile per non incagliarsi al fondale.

festival

Pilton, nel Somerset inglese, durante l'annuale festival musicale di Glastonbury. Durante l'anno la cittadina ospita 998 abitanti. Per il festival ne accorrono 135 mila.

manila

Il porto di Manila, il più grande nelle Filippine.

wind

La turbolenza atmosferica indotta dalle turbine della fattoria eolica di Donghai Bridge a Shanghai, in Cina. Queste scie sono dovute alla condensa formata dalle pale in momenti in cui l'aria è particolarmente umida. Vedi anche: energia dal vento, senza le pale

mine2

Una miniera di carbonato di potassio a sud di Moab, nello Utah. L'acqua del fiume Colorado è deviata in speciali bacini legati all'impianto estrattivo, per favorire l'evaporazione.

singapore

Navi cargo e petroliere, alcune del peso di 300 mila tonnellate, in attesa di entrare nel porto di Singapore. Da questo snodo passano un quinto delle navi container del mondo e la metà delle riserve annuali di greggio del mondo.

brazilmine2_post2

Gli effetti del collasso della diga di Bento Rodrigues, avvenuto il 5 novembre 2015 nel sudest del Brasile. La diga conteneva i residui dell'estrazione del ferro da grandi miniere della regione. Si calcola che 62 milioni di metri cubi di fanghi tossici siano stati riversati nel fiume Doce e siano arrivati fino all'Atlantico, dove impiegheranno almeno 100 anni per essere smaltiti.

mine1

La miniera di ferro del Monte Whaleback a Pilbara, Australia occidentale. Il 98% del ferro estratto dalle miniere è utilizzato per produrre acciaio.

yellowstone

Le passerelle che conducono i visitatori alla Grand Prismatic Spring, nel Parco Nazionale dello Yellowstone (Wyoming) non riescono a contaminare la bellezza di questo scenario naturale. Leggi anche l'ultima scoperta sul supervulcano

venedig-italien

Riconoscete Venezia dall'alto? L'impatto dell'uomo sulla laguna è ben visibile.

burj

L'ombra lunga del Burj Khalifa, che con i suoi 828 m di altezza è l'edificio simbolo di Dubai e il più alto del mondo.

diga

La Grande Dixence Dam sul fiume Dixence, nel canton Vallese in Svizzera. Con i suoi 285 m di altezza è la diga a gravità (cioè che resiste alla spinta dell'acqua grazie al proprio peso) più alta del mondo. Può contenere fino a 400 milioni di m cubi d'acqua e generare elettricità per più di 400 mila case.

rotterdam

Il porto di Rotterdam, il più grande d'Europa con un volume di carico annuale di 441,5 milioni di tonnellate.

miagaranew

Lo spettacolo delle Cascate del Niagara, tra Canada e Stati Uniti. La barca che vedete avventurarsi fino ai salti alti 50 m è chiamata Maid of the Mist ("Ancella della Nebbia") e conduce i turisti vicino alle cascate dal 1846. Acqua in caduta libera: guarda

bristolnew

Il porto di Bristol, nel Regno Unito, ha la capacità di gestire il transito e il trasporto di 700 mila automobili all'anno.

parconew

Superkilen, un coloratissimo parco pubblico nel distretto di Nørrebro a Copenhagen, in Danimarca. I vari colori mirano a celebrare la diversità globale: lo spazio ospita idee e oggetti d'arte provenienti da 50 paesi del mondo.

crescentnew

I 17.500 specchi parabolici del Crescent Dunes Solar Energy Project, un impianto solare termodinamico vicino a Tonopah, nel Nevada. Grazie all'utilizzo di sali fusi come mezzo per immagazzinare energia, una volta completato fornirà energia a 75 mila case.

minenew

La miniera di diamanti abbandonata di Mirny, nella Siberia orientale. La cava del diametro di 1200 m, e di 525 m di profondità è il secondo più grande buco scavato dall'uomo sul pianeta (superato solo dalla miniera di rame di Bingham, nello Utah). Negli anni '60 garantiva una produzione annua di 10 milioni di carati di diamanti. Il giro del mondo in 10 buchi: guarda

dhabi

Le ville di Marabe Al Dhafra, ad Abu Dhabi, un insediamento dove vivono circa 2000 persone.

Lo chiamano "Overview effect" (effetto panoramica) e indica essenzialmente un cambio di prospettiva: è quella sensazione di meraviglia, mista a timore e senso di responsabilità, che provano gli astronauti nel vedere la Terra dall'alto, nel suo insieme, e con le cicatrici che l'uomo ha lasciato su di essa. Il progetto Daily Overview, del newyorkese Benjamin Grant, è nato per permettere anche a noi comuni mortali di ammirare il nostro Pianeta in una serie di foto panoramiche davvero bellissime. Ogni scatto è osservabile su un doppio livello: quello, più superficiale, di colori e geometrie, e quello dell'impatto dell'attività umana sul nostro sempre più martoriato pianeta. Qui, scavatrici al lavoro nella miniera a cielo aperto di Tagebau Hambach, in Germania, una riserva naturale del carbon fossile lignite.