Le rinnovabili secondo gli italiani

Stiamo investendo abbastanza nelle fonti "verdi"? Quale potenziale hanno per il paese? E quanto siamo disposti a sostenerle? Ecco cosa pensano i nostri compaesani dell'energia pulita.

reu_rtxp19e
Una distesa di pannelli solari vicino a Castelbuono, in Sicilia. Photo credit: STR New/Reuters

Il nostro Stivale ha un alto potenziale nel campo dell'energia pulita, con le fonti rinnovabili che contribuiscono per l'11,5% (dati Eurostat 2011) ai consumi energetici del paese. Ma cosa pensano gli italiani delle energie alternative?

I nostri compaesani hanno fiducia nel potenziale energetico del territorio, anche se la maggior parte crede che non si stia facendo abbastanza per investire in fonti energetiche "green". Sono questi i risultati di uno studio dell'Istituto demoscopico ISPO.

Le 9 comunità verdi più efficienti della Terra

L'ecologia a portata di mano

Come impegnarsi nel rispetto per l'ambiente nella vita di tutti i giorni: segui i consigli di Focus Green Life, la rubrica per chi ha a cuore il pianeta.

Sforzi insufficienti
Anche se l'89% degli italiani crede che l'energia rinnovabile sia fonte e insieme segnale del progresso di un paese, e il 79% ritenga che abbia un'efficienza pari a quella delle fonti tradizionali, ben il 66% pensa che i nostri governi vi abbiano investito meno di altri. In particolare gli abitanti del Bel Paese apprezzano il fatto che alcune fonti permettano ai cittadini di provvedere autonomamente a parte del proprio fabbisogno energetico incoraggiando l'autosufficienza elettrica dalla rete nazionale.

Ben il 61% degli intervistati ha dichiarato di non essere a conoscenza del fatto che ciascun nucleo familiare contribuisca al finanziamento delle rinnovabili con una quota della bolletta elettrica, ma il 79% apprezzerebbe che fosse ridotta la quota a sostegno delle fonti energetiche tradizionali e inquinanti per aumentare quella a favore delle energie verdi.

Il solare è la fonte più conosciuta (78% degli intervistati) e quella su cui maggiormente puntare (80%) secondo i dati di Confindustria ANIE/GIFI (non a caso, il Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) che ha commissionato lo studio. Seguono l'eolico (73%) le fonti idroelettriche (45%) e geotermiche (28%).

Ti potrebbero interessare anche:

10 gadget a energia solare: le foto
Energia geotermica: la Terra, una fonte inesauribile
Energia dal vento con un serpente di turbine
5 idee verdi per salvare il Pianeta

12 Giugno 2013 | Elisabetta Intini