Ecologia

Le rinnovabili non bastano ad accendere il cloud

I data center consumano 1,3% energia mondiale.

di
Gli investimenti in eolico e fotovoltaico di Apple, Google, Facebook e degli altri colossi del web non basteranno a sfamare gli enormi data center.

"I servizi cloud consumano già 277 TeraWattora l'anno"

Nuvole affamate -

Wall Street Journal

Il punto di partenza - Già oggi il cloud consuma troppo: l'1,3% del totale dell'energia usata nel mondo. In numeri fanno 277 TeraWattora ogni anno, molto più di uno Stato delle dimensioni dell'Australia o del Messico. Buona parte dei data center incriminati si trova negli Stati Uniti ed è alimentato per almeno il 40% dal carbone, la fonte fossile di energia elettrica più economica ma anche più inquinante e con le più alte emissioni di CO2.

Bastano le rinnovabili? - A fronte di questi dati praticamente tutte le grandi aziende del web sono dentro al problema. Qualcuno, come Apple, ha subito pesantissime critiche per questo e ha annunciato di voler alimentare tutti i suoi data center con le rinnovabili. Ma sono in molti a dire che non ci riuscirà perché da sola consuma centinaia di MegaWatt. Microsoft afferma di poter essere "carbon neutral" già tra due mesi, e nessuno ci crede. Facebook, dopo una lunghissima polemica con Greenpeace, ha fatto pace con l'ambiente e ha promesso di non usare più il carbone. Ma non ha specificato come lo sostituirà. IBM ha installato i pannelli solari su alcuni data center, ma non va oltre il 20% di copertura dei consumi totali. La questione, insomma, è molto più complessa di quanto i pubblicitari delle varie aziende vogliano far credere. Le rinnovabili non bastano: ci vuole anche una nuova generazione di hardware con consumi molto inferiori. (sp)

Mediterraneo: sole, mare e pannelli solari

1 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us