Ecologia

Lavoratori sempre più salutisti in pausa pranzo ma l'Italia è fuori dal podio

Il barometro Food 2014, promosso da Edenred sulle abitudini alimentari e condotto su 7 Paesi europei (Belgio, Francia, Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna e Svezia) rileva che il 70% dei dipendenti europei a pranzo sta attento alle qualità nutrizionali dell’offerta. A guidare la classifica è la Francia. Il Belpaese si piazza al quinto posto

Roma, 30 gen. - (AdnKronos) - Cibo sano e di stagione: i lavoratori si riscoprono salutisti in pausa pranzo. Ben il 70% dei dipendenti europei, infatti, a pranzo sta attento alle qualità nutrizionali del proprio pasto. I più virtuosi sono i francesi. L'Italia invece, contrariamente a quanto si pensa, è fuori dal podio. A tracciare il quadro delle abitudini alimentari dei lavoratori e sensibilità dei ristoratori sui cibi sani, è il barometro 'Food 2014', giunto alla sesta edizione promosso da Edenred e condotto su 7 Paesi europei (Belgio, Francia, Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna e Svezia).

“Quando un lavoratore italiano e europeo sceglie un ristorante all'ora di pranzo guarda innanzitutto alla rapidità del servizio. La sua scala di priorità, però, pian piano sta evolvendo e i consumatori dimostrano di dedicare sempre più attenzione alle qualità nutrizionali dell’offerta" spiega all'Adnkronos, Andrea Keller, amministratore delegato di Edenred Italia. In particolare, "l’aumento più sorprendente che abbiamo rilevato dal 2010 - spiega Keller- riguarda la preferenza di cibi salutari in pausa pranzo".

Dalle ultime rilevazioni è emerso che "il 70% dei lavoratori ritiene cruciale nella scelta di un ristorante la possibilità di trovare nei menù piatti con abbondanti dosi di verdure. Il 60% del campione, poi, si orienta verso locali dove servono cibi grigliati, cotti al vapore o al forno, mentre il 50% non rinuncerebbe al pane integrale e il 65% a cibi di stagione prodotti localmente". La domanda di un’alimentazione bilanciata è comunque confermata anche dai ristoratori che nell’ultimo anno registrano un aumento nella richiesta di cibi sani del 25%.

Il paese dove i lavoratori stanno più attenti alle qualità nutrizionali dei cibi è la Francia: "Più di un transalpino su due (62,9%), infatti, giudica questo criterio fondamentale nella scelta di un ristorante". In questa speciale classifica, sottolinea Keller, "l’Italia è fuori dal podio, preceduta da Belgio ( 53,1%), Spagna (39,8), Slovacchia (37,8). Nel Belpaese, tuttavia, più di un italiano su tre (32,6%) predilige una dieta sana e equilibrata in pausa pranzo e la percentuale sale al 64% se si sommano le risposte di chi giudica 'importante' e 'molto importante' che l’offerta risponda a standard nutrizionali di qualità".

Quanto a come trascorre la pausa pranzo, l'ad di Edenred rivela che un italiano su tre preferisce il ristorante, "meglio se vicino al proprio posto di lavoro (33,10%), e privilegia il menù classico. Spuntini e insalate, anche se frugali e veloci da consumare, non rappresentano la prima scelta dei nostri connazionali: entrambe le opzioni, infatti, non superano il 21% delle preferenze. Meno apprezzati, infine, i fast food, scelti solo dal 2,3% degli italiani".

L’alimentazione comunque, "si conferma il benefit preferito dei dipendenti italiani. Col 35% di preferenze, i buoni pasto guidano, infatti, la classifica di ciò che i lavoratori chiedono alle aziende italiane in materia di welfare aziendale, secondo un’indagine commissionata da Edenred a Doxa nel 2013".

A pari merito in seconda posizione, conclude Keller, "gli italiani desiderano più investimenti nel telelavoro (33%) e una maggiore propensione ad un orario flessibile. Completano la classifica dei top benefit, in ordine di preferenza: assistenza medica (31%), trasporti da e per i luoghi di lavoro (27%), servizi navetta (24%), asilo-nido aziendale (24%), convenzioni con servizi alla persona (24%), assistenza/pratiche dall'avvocato, dal commercialista, ecc (21%), corsi culturali, linguistici, ecc. per i familiari dei dipendenti (20%), vacanze per i figli (19%)".

30 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us