Ecologia

L'anguilla anti-inquinamento

Il Politecnico di Losanna sta ultimando il robot-anguilla che servirà a monitorare la qualità delle acque del lago di Ginevra.

Gli svizzeri tengono molto all'ambiente, si sa, e una delle perle della loro terra (e d'Europa) è il lago di Ginevra, o lago Lemano. Per proteggerlo dall'inquinamento il Politecnico di Losanna ha progettato l'Envirobot (da environnement, che significa "ambiente"), un'anguilla robotica che una volta ultimata sarà in grado di monitorare la qualità delle sue acque e in futuro di quelle di altri laghi.

Versione aggiornata. L'Envirobot è alla sua seconda vita. Un primo prototipo, chiamato Amphibot, era stato infatti utilizzato dai biologi per lo studio di rettili e anfibi. La sua versione "2.0" è più grande e sarà dotata di sensori, gps e un sistema di comunicazione che consentirà l'invio dei dati al laboratorio via cellulare o wireless.

Come funzionerà? Il robot, nuotando nelle acque del lago, rintraccerà la presenza di metalli pesanti (come il piombo) e batteri inquinanti, rilevando dati e raccogliendo campioni per lo studio in laboratorio. Envirobot non avrà bisogno di essere telecomandato e muovendosi in modo autonomo potrà seguire come un segugio le tracce degli inquinanti per capire dove sono concentrati e quali sono le loro fonti.

Agile e scattante. Il robot è lungo meno di un metro ed è costruito con stampante 3D in resina epossidica, materiale che lo rende resistente all'acqua. La sua forma e i suoi movimenti agili e snelli gli permetteranno di creare pochissima turbolenza in acqua, in modo da non alterare le rilevazioni.

29 gennaio 2015 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us