Ecologia

La T-Shirt accumula energia e ricarica il cellulare

Indossare una pila elettrica non farà male alla salute?

di
I ricercatori della South Carolina University hanno trovato un modo per accumulare energia elettrica nelle magliette di cotone. Potranno diventare delle batterie indossabili. Saranno sicure?!?! E come le lavi?!?!

"Indosseremo delle centrali elettriche ambulanti?"

T-Shirt elettrica -

portarsi in giro la batteria di ricarica per il cellulare o il tablet

Lavare prima dell'uso - I ricercatori, in pratica, hanno comprato una normalissima maglietta in un discount di abbigliamento e l'hanno immersa in una soluzione di fluoruro. Poi l'hanno lasciata asciugare e infine l'hanno cotta in un forno ad alta temperatura. Il risultato è stato che le molecole di cellulosa si erano trasformate in carbone attivo, ma tutte le caratteristiche della maglietta - peso, forma, flessibilità - erano rimaste inalterate. Visto che la cosa funzionava, gli scienziati sono andati anche oltre coprendo le fibre della T-Shirt con ossido di manganese e ottenendo prestazioni elettriche migliori.

Non sarà pericoloso? - C'è da chiedersi se tutto questo non sia pericoloso per la salute di chi indossa questi capi d'abbigliamento. E qui il discorso va diviso in due perché bisogna andare a vedere se è dannoso il processo chimico con cui si trasforma una maglietta in una pila elettrica e se poi fa male indossarla. La risposta alla prima domanda è apparentemente "no". Gli scienziati assicurano che - a differenza di precedenti metodi usati per ottenere risultati simili - non vi è l'uso di alcun agente chimico che potrebbe far male alla salute. La risposta alla seconda domanda, invece, è molto più complessa: non è affatto detto che, alla lunga, indossare un accumulatore di energia non faccia male. Ma per smentire questi timori ci saranno a breve nuovi studi scientifici. (sp)

Le 10 tecnologie che cambieranno il mondo

14 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us