Ecologia

Diminuisce la resistenza al caldo dei coralli

Il riscaldamento globale potrebbe far sparire le moderate ondate di caldo che preparano i reef a fronteggiare i periodi di alto stress termico, un meccanismo di difesa contro lo sbiancamento.

Il futuro dei coralli è bianco, ma non luminoso. Il global warming è destinato a uniformare sulle tacche alte del termometro le temperature oceaniche, togliendo ai coralli l'ultimo baluardo di difesa contro il bleaching, ossia lo sbiancamento dovuto all'espulsione dai reef delle loro alghe fotosintetiche.

Allenamento. Se i coralli riescono a sopravvivere a ondate di caldo come quelle portate da El Niño, è perché i grandi sconvolgimenti termici sono in genere preceduti da brevi ondate di calore moderato, che permettono ai coralli di prepararsi al peggio che verrà. Questi segnali di "allerta" sono seguiti da una raffreddamento delle acque (un periodo in cui il corallo si riassesta) e infine dall'arrivo calore vero e proprio.

Corallo avvisato... Analizzando i dati sulle temperature attorno alla Grande Barriera Corallina australiana, i ricercatori dell'Australian Research Council Centre of Excellence for Coral Reef Studies hanno scoperto che, negli ultimi 30 anni, tre quarti delle peggiori calure sono state precedute da una di queste avvisaglie, che hanno preparato i coralli riducendo la loro mortalità del 50%.

Calore costante. Se da qui al 2100 le temperature oceaniche salissero di 2 °C, la percentuale di segnali di allerta scenderebbe al 22%. Ma a livello locale, è sufficiente un aumento di mezzo grado per perdere questo meccanismo di adattamento: «Le temperature non scenderebbero più sotto il livello di stress», spiega Scott Heron della NOAA. «Invece di avere un periodo di riposo tra la preparazione e l'apice dello stress, i coralli vivrebbero un esteso periodo di stress».

17 aprile 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us