La nuova plastica malleabile

Scoperta una nuova classe di materie plastiche che può essere modellata a temperatura ambiente.

20031217203346_8

La nuova plastica malleabile
Scoperta una nuova classe di materie plastiche che può essere modellata a temperatura ambiente.
Un deposito di bottiglie di plastica pronte per essere riciclate. Un domani, plastiche speciali potrebbero essere rimodellate e riutilizzate a basso costo.
Un deposito di bottiglie di plastica pronte per essere riciclate. Un domani, plastiche speciali potrebbero essere rimodellate e riutilizzate a basso costo.
Uno dei più grandi problemi del nostro secolo è quello del riciclaggio dei rifiuti. Tra questi, la plastica è uno delle più diffusi, ma anche tra i più complessi da riciclare. Un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, negli Stati Uniti, ha però trovato una soluzione che potrebbe cambiare il mondo della plastica. Miscelando due polimeri hanno creato una nuova plastica che sotto una pressione di poche centinaia di atmosfere, diventa soffice e può essere foggiata con forme differenziate. L'introduzione di questa novità potrebbe portare a un notevole risparmio di energia nella produzione delle materie plastiche industriali e a promuovere il loro riciclaggio.
Scioglimento senza “sudore”. Le materie plastiche, di solito, hanno bisogno di essere surriscaldate a temperature che superano i 200 °C per ammorbidirsi a tal punto da essere modellate. Le alte temperature, però, non soltanto assorbono molta energia, ma possono anche causare la rottura dei componenti dei polimeri che perdono così le loro utili proprietà. Tutto ciò limita il numero di volte che queste materie possono essere riciclate. Le nuove plastiche, invece, possono essere trattate all'infinito senza subire alcun segno di degrado.

(Notizia aggiornata al 18 dicembre 2003)

17 Dicembre 2003