Ecologia

La moria delle api forse è causata da un virus

Sarebbe trasportato da un altro insetto parassita

di
La strage di api degli ultimi anni, secondo uno studio condotto alle Hawaii, non è per forza collegata all'uso degli insetticidi neonicotinoidi. Ci sarebbe di mezzo anche un virus.

"La teoria più accreditata resta quella degli insetticidi"

Strage silenziosa -

Ricerche alle Hawaii - La nuova teoria arriva da un gruppo di ricerca operativo alle isole Hawaii che chiama in causa un parassita delle api, il Varroa Destructor, che causa negli insetti gli stessi sintomi dell'intossicazione da neonicotinoidi. Morte compresa. Il parassita, infatti, sarebbe in grado di infettare la stragrande maggioranza di un alveare con un virus letale.

Difficile da dimostrare - Il problema serio di ogni studio sulla moria delle api è che la teoria dell'intossicazione chimica da neonicotinoidi è inconfutabile in laboratorio, ma difficilissima da dimostrare all'aria aperta. Questo perché l'insetticida non viene solo spruzzato sulle piante ma lo si usa anche per trattare - o, come si dice in gergo tecnico "conciare" - i semi. In questo modo è possibile che un agricoltore noti la moria delle api nel suo campo senza aver utilizzato i pesticidi. Ma, magari, i semi usati erano già intossicati. Allo stesso modo anche la "teoria hawaiiana" è tutta da dimostrare perché bisognerà fare analisi approfondite sui prossimi casi di moria. Che, nel frattempo, stanno diminuendo grazie al divieto di vendita introdotto in vari paesi - Italia compresa - di semi conciati. Altre teorie, poi, non escludono che la strage di api sia dovuta alle piantagioni ogm o alla diminuzione del polline nelle piante. (sp)


11 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us