Ecologia

La minaccia del super tifone Hagupit sulle Filippine, a rischio 5,6 milioni di persone

Oxfam ne sta monitorando l’avanzata: si sta muovendo con raffiche di vento di oltre 300 km orari in direzione di Manila, ma il percorso potrebbe variare.

Roma, 4 dic. - (AdnKronos) - Oxfam sta monitorando l’avanzata del tifone Hagupit (chiamato "Ruby" nelle Filippine); mezzi e materiali di emergenza sono predisposti in tutto il Paese, e lo staff è pronto a intervenire mentre le Filippine si preparano all’arrivo della tempesta, prevista per questo fine settimana e che è attualmente nella categoria 5, la più potente. Il tifone si sta muovendo con raffiche di vento di oltre 300 km orari in direzione di Manila, mettendo a rischio la vita di 5,6 milioni di persone.

Il percorso del tifone potrebbe ancora variare, ma Governo organizzazioni umanitarie stanno lavorando insieme per ridurre i rischi per le persone e per il Paese. Ieri sera parlando da Tacloban, Justin Morgan, direttore di Oxfam nelle Filippine, ha detto che i preparativi sono già in corso. “Stiamo osservando l’andamento del tifone con molta attenzione. Gli enti locali stanno attivando i loro piani di evacuazione, coordinandosi con altre agenzie di aiuto umanitario. Oxfam ha le proprie scorte di aiuti posizionate all’interno di tutto il paese, e dispone di personale pronto a sostenere una risposta di emergenza”.

“A un anno dal tifone Haiyan, le Filippine hanno migliorato la propria capacità di risposta - aggiunge - C’è maggiore consapevolezza di quali siano i luoghi più sicuri dove rifugiarsi, e di cosa e quanto bisogna immagazzinare. Tuttavia rimane il timore che non tutti i centri di evacuazione siano completamente recuperati e pronti ad accogliere la popolazione”.

4 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us