La Casa Bianca invasa dagli oceani (su Instagram)

I più apprezzati fotografi naturalisti hanno raccontato il proprio rapporto con il mare. L'iniziativa all'indomani dell'istituzione del primo monumento nazionale marino dell'Oceano Atlantico. 

oceanicopreu_rtx2nu9n_webnortheast_canyons_and_seamounts_marine_national_monument_map_noaaoceani5oceani1oceani2oceani3oceani4Approfondimenti
oceanicop

Fermi tutti: che cosa è successo alla bacheca Instagram della Casa Bianca? È stata "hackerata" per un giorno, ma con il permesso di Barack Obama (e per una buona causa). Dopo l'annuncio di ieri della creazione del Northeast Canyons and Seamounts Marine National Monument, il primo monumento nazionale marino istituito nell'Oceano Atlantico, il Presidente uscente degli Stati Uniti ha chiesto ad alcuni fotografi naturalisti di raccontare sull'account istituzionale la propria esperienza con gli oceani (l'hashtag di riferimento è #OurOcean).

reu_rtx2nu9n_web

Negli Stati Uniti, i monumenti nazionali sono aree protette di grande interesse naturale o culturale, simili ai parchi nazionali. Ma a differenza di questi, che necessitano dell'approvazione del Congresso, i primi sono istituiti direttamente dal Presidente degli Stati Uniti. Nella foto, Barack Obama in una recente visita a un altro monumento nazionale marino: quello di Papahanaumokuakea, nel nord-ovest delle Hawaii, istituito nel 2006 da George W. Bush. A fine agosto Obama ha annunciato che quadruplicherà l'estensione di quest'area protetta fino renderla la più grande al mondo (1,5 milioni di km quadrati). Questa riserva, sacra per le popolazioni hawaiane, ospita circa 7.000 specie animali, tra cui tartarughe e balene.

northeast_canyons_and_seamounts_marine_national_monument_map_noaa

Il Northeast Canyons and Seamounts Marine National Monument è invece un'area di 12.720 km quadrati al largo del New England. Comprende montagne sottomarine più alte delle Montagne Rocciose e tre canyon più profondi del Grand Canyon, che fungono da veri "hotspot" di biodiversità. Nuotano in queste acque specie rare, come le balenottere boreali e le tartarughe di Kemp, e gli esperti della NOAA vi hanno individuato rarissime specie di coralli e invertebrati. In questo tratto di mare, le temperature sono destinate ad aumentare a un ritmo tre volte superiore alla media: una ragione in più per tutelarlo.

oceani5

Un giglio di mare nella nuova area protetta. Il decreto presidenziale comporta la cessazione immediata delle attività estrattive e, entro 60 giorni, anche l'interruzione della pesca. Con una deroga di 7 anni per la pesca di granchi e aragoste, un'attività economica importante per la regione.

oceani1

Il primo "social media manager" dell'account è stato il fotografo statunitense Chris Burkard, che ha sottolineato come il mare, suo soggetto preferito, non sia mai due volte uguale a se stesso. «Talvolta è quasi meditativo - ha scritto - altre è scosso da venti con la forza di uragani».

oceani2

Michael Muller ha invece raccontato di essersi innamorato del mare dieci anni fa, quando il suo lavoro, un tempo incentrato su attori e musicisti, si è di colpo rivolto a uno dei simboli degli oceani: gli squali. La percezione comune di questi animali è distorta, scrive il fotografo, che prima di iniziare non aveva idea di quanti di questi animali fossero uccisi ogni anno.
I 10 squali dai nomi più improbabili

oceani3

Bo Bridges, specializzato in pubblicità e fotografia sportiva, ha ricordato che nulla, in natura, ha le dimensioni di una balena. E che l'impegno di Obama rappresenta un passaggio responsabile di risorse alle prossime generazioni.
La danza delle balene nell'aurora boreale

oceani4

Tra gli ospiti illustri dell'account presidenziale anche il celebre fotografo del National Geographic Paul Nicklen, che ha postato questa foto di una megattera che agita la coda durante una scorpacciata di aringhe in Norvegia. Per Nicklen la fotografia ha il potere di suscitare vicinanza emotiva e ispirazione, ma poi occorre colmare il divario tra emozione e fatti con provvedimenti come quello appena preso. L'obiettivo, ha ricordato, è arrivare al 20% degli oceani protetti entro il 2020.

Fermi tutti: che cosa è successo alla bacheca Instagram della Casa Bianca? È stata "hackerata" per un giorno, ma con il permesso di Barack Obama (e per una buona causa). Dopo l'annuncio di ieri della creazione del Northeast Canyons and Seamounts Marine National Monument, il primo monumento nazionale marino istituito nell'Oceano Atlantico, il Presidente uscente degli Stati Uniti ha chiesto ad alcuni fotografi naturalisti di raccontare sull'account istituzionale la propria esperienza con gli oceani (l'hashtag di riferimento è #OurOcean).