L'inquinamento raffredda la Terra

Un team di ricercatori spiega con maggiore chiarezza l'influenza dell'inquinamento sull'effetto serra.

200425153939_8
|

Uno dei componenti più misteriosi dell'atmosfera, che influenza il fenomeno del riscaldamento globale, sta cominciando a cedere i suoi segreti. Le piccole particelle solide emesse dagli impianti di riscaldamento e di produzione di energia che si basano sui combustibili fossili hanno infatti una grande influenza sulla formazione delle nuvole e sul tragitto dei raggi solari, ma non si è ancora compreso in pieno se questa sia positiva (conduce al riscaldamento) o negativa (e faccia quindi raffreddare la Terra). Alcuni ricercatori dell'università del Michigan hanno scoperto uno di questi effetti, e hanno pubblicato un articolo sulla rivista Nature.
Studiando la formazione di nuvole sopra due grandi zone del Nord America, una inquinata e l'altra relativamente più pulita, i ricercatori hanno trovato che le piccole particelle inquinanti creano nuvole formate da molte piccole goccioline d'acqua, invece che da poche e grandi gocce come sono le nuvole normali. Le nuvole nate in questo modo sono più brillanti e luminose di quelle che sorgono sulle zone pulite, e riflettono nello spazio molti più raggi solari. L'effetto netto delle particelle di inquinamento sarebbe quello di raffreddare l'atmosfera e di conseguenza il pianeta.
Pulire il cielo. Questo fatto preoccupa coloro che ritengono l'effetto serra una realtà, perché quando l'uomo si decidesse a combattere l'inquinamento da combustibili fossili (come quello che ha creato la Grande nube marrone sopra la Cina e l'India, e che causa notevoli inconvenienti sull'agricoltura e la salute delle persone) il raffreddamento causato indirettamente dalle particelle diminuirebbe, e il riscaldamento globale aumenterebbe ancora di più.

(Notizia aggiornata al 5 febbraio 2004)

 

5 febbraio 2004