Ecologia

L'agricoltura circolare ama la terra e la biodiversità. In Italia la prima azienda ad applicarla

oggi il tema in un convegno a Expo

Milano, 22 set. - (AdnKronos) - Applicare i principi dell'economia circolare anche al settore agricolo puntando sul recupero delle risorse sottratte al terreno ma ancora in circolo: scarti delle industrie agro-alimentari, reflui civili, letame delle stalle. Così si preservano la fertilità del terreno, la biodiversità e si diminuisce la quantità di rifiuti prodotti.

Tema al centro del convegno di oggi, presso il padiglione del ministero delle Politiche agricole a Expo Milano 2015, “La circolarità del mondo agricolo. L’applicazione dei principi dell’economia circolare in agricoltura”.

Occasione per presentare un esempio di eccellenza di agricoltura circolare, la prima in tutta Europa, che arriva proprio dall’Italia: dal territorio neorurale della Cassinazza, situato tra le province di Pavia e Milano.

“Dal 1996 abbiamo intrapreso un percorso di rinaturalizzazione dell’azienda in linea con la Politica Agricola Comunitaria e finalizzata a ripristinare la giusta sintonia con gli elementi naturali”, spiega Francesco Natta, amministratore delegato di Acqua&Sole srl. “Il recupero degli elementi nutritivi asportati dai raccolti e scartati nelle successive fasi di utilizzo ci ha resi autonomi da un punto di vista degli elementi nutritivi, riducendo l’inquinamento da nitrati e fosfati”.

I numeri del lavoro fatto alla Cassinazza? In quasi un ventennio sono aumentate del 170% le specie di uccelli presenti, del 146% le specie di libellule, del 105% le specie di farfalle diurne, dell’81% le specie di mammiferi e dell’80% le specie di cavallette.

Per sfamare quasi 10 miliardi di persone al 2050, l'attuale sistema agricolo dovrebbe essere in grado, in meno di 40 anni, di raddoppiare la produzione di soia e carne e di incrementare di un terzo quella di cereali.

Un'agricoltura circolare potrebbe rappresentare la soluzione anche al problema dell'erosione del terreno che causa la perdita, ogni anno nel mondo, di 24 miliardi di tonnellate di suolo, che la natura riesce a ricostituire annualmente solo per una centesima parte: insomma, la natura impiegherà 100 anni per recuperare ciò che l’uomo distrugge ogni anno.

22 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us