Ecologia

Isole Marshall: radioattività residua dopo 60 anni

Gli effetti dei test nucleari nel Pacifico negli anni '40 e '50 sono ancora visibili nei sedimenti oceanici e nell'acqua di falda: ecco quanto a lungo si trascinano i danni e la radioattività dell'atomica.

La quantità di cesio e plutonio radioattivi nelle lagune delle Isole Marshall, teatro di 66 test nucleari statunitensi tra il 1946 e il 1958, è in progressivo declino dagli anni '70. Tuttavia, questi elementi continuano a contaminare i sedimenti oceanici e l'acqua di falda, con un livello di radioattività che - a oltre 60 anni dalla fine dell'operazione - rimane 100 volte più alto che nelle acque circostanti.

Quella che più che una scoperta è una conferma arriva dagli scienziati della Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) in Massachusetts, che hanno analizzato l'acqua delle lagune di vari siti considerati a rischio contaminazione, e campionato sedimenti oceanici e acqua di falda prelevata da cisterne, pozzi e spiagge.

Test nucleari nell'Atollo Bikini, nelle Isole Marshall, durante l'operazione "Castle Bravo". E se una bomba H esplodesse nel Pacifico? © United States Department of Defense

Ancora impregnate. Per la prima volta i ricercatori hanno misurato gli isotopi del radio, un tracciante naturale, per capire in che quantità l'acqua di falda si riversasse nell'oceano, e se lo stesse inquinando di scorie radioattive. I livelli di plutonio nelle lagune interessate sono risultati 100 volte più alti della norma, e quelli di una forma radioattiva del cesio, due volte più alti.

In generale l'acqua di falda si è rivelata una scarsa fonte di residui radioattivi; in alcuni siti più contaminati, sono piuttosto i sedimenti oceanici a liberare materiale pericoloso. Metà del plutonio trovato nella laguna dell'isola di Runit, sulla quale si trova un "cimitero nucleare" in cemento che nasconde 73 mila metri cubi di suolo radioattivo, proviene dai sedimenti oceanici, corallini e dunque particolarmente porosi.

Controlli come questi, spiegano i ricercatori, andranno ripetuti regolarmente, e a maggior ragione con l'innalzamento del livello dei mari. Nel frattempo,converrebbe non ricadere nello stesso errore.

6 novembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us