Ecologia

Intesa Sanpaolo, nel 2015 erogati 3,2 mld per attività sociali

il gruppo presenta il rapporto di Sostenibilità

Milano, 25 mag. - (AdnKronos) - Impegno sociale, tutela dell'ambiente, attenzione ai clienti e ai dipendenti. E' l'impegno verso la sostenibilità di Intesa Sanpaolo che nel 2015 ha erogato nuovi finanziamenti per attività ad impatto sociale per più di 3,2 miliardi di euro. Un percorso che il gruppo certifica attraverso il Rapporto di sostenibilità 2015, pubblicato nei giorni scorsi, per far sì che i progetti e gli obiettivi posti nell’ambito del Piano d’Impresa 2014- 2017 possano generare valore per tutti gli stakeholder. In particolare, gli investimenti erogati per attività ad impatto sociale nel 2015 sono stati pari al 6,7% sul totale dei nuovi finanziamenti erogati.

Questi finanziamenti hanno contribuito non solo a creare opportunità imprenditoriali e occupazionali, ma anche ad aiutare le persone in difficoltà attraverso diverse forme: microcredito, prestiti antiusura, finanziamenti alla Pubblica Amministrazione per sviluppare servizi e attività di utilità sociale, finanziamenti agevolati concessi a piccole e medie imprese che fanno parte dei Confidi (consorzi o cooperative per la garanzia collettiva dei crediti), prodotti e servizi destinati ad associazioni ed enti del Terzo settore, prodotti dedicati alle categorie sociali più vulnerabili per favorirne l’inclusione finanziaria.

Il contributo alla comunità complessivo, misurato secondo il modello del London Benchmarking Group (LBG) è stato pari a 56,7 milioni di euro. L’impegno del Gruppo nella comunità si concretizza attraverso: donazioni, volte sia a fronteggiare temporanee situazioni di difficoltà dei territori sia per prolungati interventi di solidarietà; iniziative di sponsorizzazione a sostegno di diversi progetti; investimenti importanti nell’ambito dell’arte e della cultura.

Nel corso del 2015 il 3% del totale dei finanziamenti di Intesa Sanpaolo ha riguardato finalità a beneficio ambientale, fra cui energie rinnovabili, efficienza energetica, servizi ambientali e agricoltura sostenibile, per un totale di oltre 1,4 miliardi di euro. Quanto agli impatti diretti sull’ambiente, si evidenzia anche per l’anno passato una riduzione delle emissioni di CO2 equivalente (circa il 7,4%) derivanti dai consumi elettrici e termici, riconducibile in gran parte alle azioni di saving gestionale e di efficientamento impiantistico operate nel corso dell’anno.

Per il capitolo 'clienti', nel 2015 il programma Insieme per la Crescita è stato esteso a tutta la Rete, coinvolgendo oltre 38.000 colleghi in circa 4.300 filiali. Il programma prevede interventi di cambiamento manageriale volti a migliorare le performance della rete commerciale aumentando la soddisfazione dei clienti e dei dipendenti, generando un cambiamento attraverso una maggiore attenzione alle relazioni con la clientela.

È proseguito il programma Nova+ che affianca la tradizionale analisi di merito di credito a una valutazione tecnico-industriale del piano d’investimenti. Dal 2011, nell’ambito del programma, dedicato alle imprese italiane che investono in innovazione e ricerca, sono stati erogati quasi 1,4 mld di euro di finanziamenti.

Nel corso del 2015 non è venuta meno l’attenzione alle persone che lavorano nel Gruppo. Sono state dedicate ai dipendenti oltre 1,3 milioni di giornate di formazione per il consolidamento delle professionalità e il potenziamento delle capacità di adattamento all’evolversi del modo di fare banca alle nuove esigenze dei clienti.

Il sistema di welfare aziendale prevede un approccio integrato per il bilanciamento della vita professionale e aziendale. Nel 2015 oltre 3.000 persone hanno aderito al progetto 'lavoro flessibile'. Il Gruppo Intesa Sanpaolo aderisce inoltre ai seguenti standard: Unep Finance Initiative Programma Ambientale delle Nazioni Unite che promuove il dialogo tra le istituzioni finanziarie su performance economica, protezione ambientale e sviluppo sostenibile.

Global Reporting Initiative Intesa Sanpaolo è accreditata come Organizational Stakeholder del Gri e supporta la sua missione nello sviluppo di linee guida di sostenibilità riconosciute a livello globale tramite un processo multi-stakeholder.

25 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 31,90€
Follow us