Ecologia

Inquinare per pescare

Il nuovo Egitto sostituisce con l'inquinamento la fertilizzazione del Nilo.

Inquinare per pescare
Il nuovo Egitto sostituisce con l'inquinamento la fertilizzazione del Nilo.

L'ecosistema del delta del Nilo e il Mediterraneo sono cambiati dopo la costruzione della diga di Assuan.© Nasa
L'ecosistema del delta del Nilo e il Mediterraneo sono cambiati dopo la costruzione della diga di Assuan.
© Nasa

La costruzione della diga di Assuan, in Egitto, interruppe quasi del tutto il flusso di nutrienti dal Nilo al Mediterraneo. Di conseguenza, negli anni Sessanta, la grande industria della pesca egiziana scomparve quasi del tutto. Ora però sia i pesci sia i gamberetti pescati sono tornati a livelli vicini a quelli “pre-diga”. La ragione di questo recupero sta, secondo Scott Nixon, un oceanografo statunitense,… nell'inquinamento. L'afflusso di nutrienti dal Nilo, che sostentava gli ecosistemi alla foce del fiume, è stato sostituito dagli scarichi cittadini e dai fertilizzati utilizzati in agricoltura.
Le fogne a mare. Le città dell'Egitto hanno aumentato la loro popolazione e l'intera nazione è cresciuta sia come numero di abitanti sia come ricchezza media. Questo significa anche un aumento degli scarichi dagli impianti di depurazione e dalle campagne, fertilizzate con azoto e non più con le acque del Nilo. Secondo Nixon, che ha pubblicato i risultati sulla rivista di ecologia Ambio, gli ecosistemi che si creano alla foce del Nilo non sono uguali a quelli presenti negli anni Sessanta. Anche se i pescatori egiziani sono ben contenti che la pesca sia tornata a livelli quasi accettabili.

(Notizia aggiornata al 3 luglio 2003)

2 luglio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us