Focus

PCB: che cosa sono?

pcb_128k
Come mangiamo i PCB |

I policlorobifenili (PCB) sono una famiglia di 209 composti aromatici costituiti da molecole di bifenile variamente clorurate: sono molecole sintetizzate a partire dall'inizio del secolo scorso (dalla Monsanto) e prodotte commercialmente fin dal 1930. A differenza delle diossine e dei furani i PCB sono quindi sostanze chimiche prodotte deliberatamente tramite processi industriali. Vengono utilizzati come fluidi dielettrici (per limitare il flusso di corrente, per esempio nei trasformatori) e come additivi per antiparassitari, ritardanti di fiamma, isolanti, vernici e altro. A causa della loro tossicità e della loro tendenza a bioaccumularsi sono attualmente in buona parte banditi. Dei 209 composti (detti congeneri), 12 hanno caratteristiche chimico-fisiche e tossicologiche paragonabili a quelle di diossine e furani e sono perciò detti dioxine like, ossia simili alle diossine, e si indicano con la sigla PCB DL.

Diossine, furani e pcb è un documento che potete scaricare in formato pdf dal nostro sito: illustra con un linguaggio semplice e chiaro le informazioni di base di natura tecnica, scientifica e giuridica relative a diossine, furani e policlorobifenili (i PCB). È un ottimo lavoro di divulgazione realizzato nel 2006 dall'Apat, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici ora divenuta Ispra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

COME LI MANGIAMO? "Monitoraggio del pcb nelle carni", un altro documento disponibile in pdf dal nostro sito, è uno studio realizzato dall'Istituto zooprofilattico di Lombardia ed Emilia Romagna, presentato a Bologna nel 2006. Oltre a fornire informazioni in modo semplice e completo sui PCB illustra chiaramente il concetto di bioaccumulo di queste sostanze attraverso l'alimentazione.

 

APPROFONDIMENTI

# Diossine, furani e PCB, APAT 2006 (documento pdf).
# Monitoraggio del pcb nelle carni, Ist. zooprofilattico di Lombardia ed Emilia Romagna 2006 (documento pdf).
# Sarcomi ed esposizione a sostanze diossino-simili in Mantova (estratto, pdf), ASL provincia di Mantova 2007.
# Che cosa sono i PCB?, da Focus.it.
# Come si misura la tossicità di diossine e PCB?, da Focus.it.
# Mostri permanenti, lo speciale di Focus.it dedicato ai luoghi più inquinati del Bel Paese.
# A study on PCB, PCDD/PCDF, in inglese: uno studio sulla contaminazione industriale in un contesto urbano-agricolo. Realizzato dall'Istituto superiore di sanità e dalla ASL (Azienda sanitaria locale) di Brescia in relazione al caso Caffaro [vedi Mostri permanenti: il caso Brescia-Caffaro]. I tre documenti che compongono lo studio, scaricabili in formato pdf dal nostro sito, sono: soil (suolo), food (alimentazione), serum (sangue).
# Ispra.
# Istituto Superiore di Sanità (Iss).

 

I policlorobifenili (PCB) sono una famiglia di 209 composti aromatici costituiti da molecole di bifenile variamente clorurate: sono molecole sintetizzate a partire dall'inizio del secolo scorso (dalla Monsanto) e prodotte commercialmente fin dal 1930. A differenza delle diossine e dei furani i PCB sono quindi sostanze chimiche prodotte deliberatamente tramite processi industriali. Vengono utilizzati come fluidi dielettrici (per limitare il flusso di corrente, per esempio nei trasformatori) e come additivi per antiparassitari, ritardanti di fiamma, isolanti, vernici e altro. A causa della loro tossicità e della loro tendenza a bioaccumularsi sono attualmente in buona parte banditi. Dei 209 composti (detti congeneri), 12 hanno caratteristiche chimico-fisiche e tossicologiche paragonabili a quelle di diossine e furani e sono perciò detti dioxine like, ossia simili alle diossine, e si indicano con la sigla PCB DL.

Diossine, furani e pcb è un documento che potete scaricare in formato pdf dal nostro sito: illustra con un linguaggio semplice e chiaro le informazioni di base di natura tecnica, scientifica e giuridica relative a diossine, furani e policlorobifenili (i PCB). È un ottimo lavoro di divulgazione realizzato nel 2006 dall'Apat, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici ora divenuta Ispra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

COME LI MANGIAMO? "Monitoraggio del pcb nelle carni", un altro documento disponibile in pdf dal nostro sito, è uno studio realizzato dall'Istituto zooprofilattico di Lombardia ed Emilia Romagna, presentato a Bologna nel 2006. Oltre a fornire informazioni in modo semplice e completo sui PCB illustra chiaramente il concetto di bioaccumulo di queste sostanze attraverso l'alimentazione.

 

APPROFONDIMENTI

# Diossine, furani e PCB, APAT 2006 (documento pdf).
# Monitoraggio del pcb nelle carni, Ist. zooprofilattico di Lombardia ed Emilia Romagna 2006 (documento pdf).
# Sarcomi ed esposizione a sostanze diossino-simili in Mantova (estratto, pdf), ASL provincia di Mantova 2007.
# Che cosa sono i PCB?, da Focus.it.
# Come si misura la tossicità di diossine e PCB?, da Focus.it.
# Mostri permanenti, lo speciale di Focus.it dedicato ai luoghi più inquinati del Bel Paese.
# A study on PCB, PCDD/PCDF, in inglese: uno studio sulla contaminazione industriale in un contesto urbano-agricolo. Realizzato dall'Istituto superiore di sanità e dalla ASL (Azienda sanitaria locale) di Brescia in relazione al caso Caffaro [vedi Mostri permanenti: il caso Brescia-Caffaro]. I tre documenti che compongono lo studio, scaricabili in formato pdf dal nostro sito, sono: soil (suolo), food (alimentazione), serum (sangue).
# Ispra.
# Istituto Superiore di Sanità (Iss).

 

22 aprile 2009