Ecologia

Il vino bio made in Italy conquista il mondo

Roma, 18 set. - (AdnKronos) - Bere bio piace sempre di più soprattutto all'estero dove i vini italiani biologici rappresentano il 7% del valore dell’intero paniere di prodotti agroalimentari organici esportati. E' quanto emerge da un'indagine curata da Nomisma e promossa dall'Ice.

Il vino made in Italy da agricoltura biologica conquista soprattutto i mercati comunitari (a cui è destinato il 59% del nostro export). Guidano Germania, Svezia e altri Paesi Scandinavi e Regno Unito. "Ma forte -sottolinea Silvia Zucconi, coordinatore agricoltura e industria alimentare Nomisma - è anche l’importanza dei mercati terzi (che pesano per il 41% per il vino a fronte del 18% per il totale paniere bio) con Giappone e Stati Uniti in primis" dove il vino biologico di importazione riscuote ampi riconoscimenti rispetto ai vini non biologici. Negli Usa, per esempio, "il prezzo medio all’import dei vini bio - rileva Zucconi - è superiore del 14% rispetto a quelli convenzionali".

Un trend che stimola la viticoltura italiana a puntare sempre di più sul biologico con gli ettari di vigna bio che continuano ad aumentare di anno in anno rispetto alle superfici dei vigneti tradizionali. Nel 2014 oltre 72mila ettari di superfici vitate (il 10,5% di quelle totali) erano biologiche, una crescita di quasi 4500 ettari rispetto all'anno precedente e più del doppio rispetto a 10 anni fa. Per un totale di circa 1.300 cantine biologiche certificate che producono circa 5 milioni di quintali di uva organica.

In vetta alle regioni italiane per investimento sul vino bio c'è la Sicilia dove quasi un quarto dei vigneti (24,4%) sono biologici, seguita da Marche (21,6%), Calabria (20,5%) e Basilicata (17,6%).

Ma bere bio piace sempre di più anche agli italiani, registrando un'impennata clamorosa negli ultimi due anni. I consumatori di vino biologico sono passati infatti - secondo lo studio di Nomisma - dal 2% del 2013 al 16,8% del 2015.

18 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us