Ecologia

Il secondo record minimo dei ghiacci artici

Nell'estate 2016 la copertura di ghiaccio marino al Polo Nord ha stabilito il secondo record in negativo da quando sono iniziate le rilevazioni satellitari: è stato peggio solo nel 2012.

Nei mesi estivi, la copertura di ghiaccio marino al Polo Nord si restringe per le alte temperature, per poi tornare a crescere in autunno e in inverno. Il livello di ghiaccio in estate è usato come indicatore della progressione del riscaldamento globale: e per l'anno in corso, le notizie non sono buone.

Il 10 settembre 2016, la copertura di ghiacci artici ha toccato il secondo record minimo di sempre, dall'inizio delle misurazioni satellitari.

La perdita in cifre. Gli esperti dell'US National Snow and Ice Data Center (NSIDC) di Boulder, Colorado, hanno contato 4,14 milioni di km quadrati di ghiacci, 2,3 milioni di km quadrati al di sotto della media minima per il periodo 1981-2010. Peggio era andata solo nell'estate 2012, quando i ghiacci marini al Polo Nord avevano raggiunto i 3,39 milioni di km quadrati.

La linea gialla rappresenta la copertura minima media per il periodo 1981-2010. © Nasa

Nessuna attenuazione. I dati sono ancora provvisori: venti e correnti potrebbero peggiorare la situazione (ma senza portarla ai livelli di 4 anni fa). Quello che lascia ancora più perplessi è che la copertura nuvolosa e la bassa pressione atmosferica di giugno e luglio sull'area avrebbero dovuto rallentare il processo, una previsione che purtroppo non si è avverata.

Chi ne paga le conseguenze. Intanto, un altro studio dell'Università di Washington finanziato dalla Nasa ha dimostrato che tutte le 19 subpopolazioni di orsi polari nell'Artico stanno facendo i conti con una netta riduzione dei ghiacci dove cacciare, riprodursi e riposare.

18 settembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us