Ecologia

Il riciclo è uno spettacolo, Luca Pagliai porta in scena 'Carta d'imbarco'

Roma, 17 nov. - (AdnKronos) - Un'antropologa che vive a contatto con i maya lacandòn, una discarica brasiliana di Bahia, San Francesco d'Assisi con il suo infinito amore per il nostro Pianeta e la sua natura. Tre storie, vere, che si intrecciano sul palcoscenico con quella di una... scatola di cartone. A raccontarle è il giornalista, autore e scrittore Luca Pagliai nello spettacolo “Carta D’Imbarco – Un viaggio nel riciclo di carta e cartone” che per il secondo anno gira l'Italia per parlare, con linguaggio semplice e coinvolgente, ai ragazzi delle scuole di riuso e riciclo e dell'importanza di un utilizzo corretto delle risorse del nostro Pianeta, che non sono infinite.

"In questo spettacolo racconto la storia di uno scatolone e della sua 'carta d'imbarco' per un viaggio che lo porterà a tornare ad essere un nuovo imballaggio anche dopo essere stato rifiuto", spiega all'Adnkronos Pagliai. Come? Attraverso le varie fasi di vita di questo semplice oggetto che, se correttamente conferito, può avere una seconda vita salvandosi nella discarica. Un viaggio nella raccolta differenziata e nell'economia circolare che merita un suo spettacolo teatrale "per salvare i ragazzi dall'alibi del 'non lo sapevo'", sottolinea Pagliai.

Alla storia del cartone si intrecciano quelle di altre persone, tutte emblematiche quando si parla di ambiente.

"C'è la storia delle persone che ho incontrato in Brasile, che di notte frugano tra i rifiuti perché, per loro, ciò che la società contemporanea butta via in modo superficiale è una risorsa; persone che mi hanno insegnato che tutto ciò che passa per le nostre mani merita attenzione perché può tradursi in risparmio, di soldi e di materia prima, e in occupazione", spiega l'autore di "Carta d'imbarco".

"C'è il racconto del viaggio di un'antropologa che per anni ha vissuto con i maya lacandòn che per cultura restituiscono sempre alla terra almeno una parte di ciò che la terra dona loro e che riciclano e riutilizzano tutto - continua - e c'è la storia di un'altra persona eccezionale, San Francesco, tra i primi a comprendere che il nostro pianeta è così prezioso da meritare di essere tutelato".

Tutto intervallato dalla storia di questa scatola di cartone, dalla cartiera al suo utilizzo, dal fine vita alla raccolta differenziata e le fasi successive che le permettono di essere nuovamente usata. E i ragazzi, come reagiscono? "L'aspetto più bello è il silenzio totale con cui i giovani seguono le tappe di questo viaggio, forse perché non la vivono come una lezione ma, grazie alle storie che si intrecciano, come un'avventura".

Non uno spettacolo didascalico, quindi, ma un racconto coinvolgente che prevede l'interazione. "Al centro del palco c'è un metal detector, come quello degli aeroporti, e i ragazzi sono chiamati a decidere se gli oggetti che mostro loro hanno diritto alla 'carta d'imbarco' per partire per il viaggio del riciclo".

Con Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, e con il patrocinio del ministero dell’Ambiente lo spettacolo arriva il 18 novembre a Casale Monferrato, al Salone Tartara in Piazza Castello. “Carta D’Imbarco” si rivolge ai ragazzi delle scuole superiori per veicolare un messaggio chiaro: la terra del domani è vincolata ai comportamenti di oggi e dobbiamo occuparcene in prima persona.

Dopo questa tappa piemontese, lo spettacolo tornerà in scena con l'anno nuovo e con altre tappe nazionali.

17 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us