Ecologia

Il razzismo fa male (anche) all’ambiente

Se ce ne fosse bisogno, ecco un nuovo, inedito motivo (in più) per combattere il razzismo: danneggia persino la biodiversità e l'ambiente in cui viviamo.

Un articolo pubblicato su Science ha messo in relazione due concetti che raramente vediamo accostati: l'ambiente e il razzismo. Esaminando oltre 170 studi già pubblicati sul tema, i ricercatori hanno analizzato l'influenza che le disuguaglianze di razza hanno su ecologia, evoluzione e biodiversità. «Il razzismo sistemico sta distruggendo il nostro pianeta, e la violenza sul prossimo è anche violenza sulla Natura», spiega Christopher Schell, capo dello studio.

Ambiente malsano. I quartieri ai margini delle grandi città statunitensi, abitati per lo più da persone a basso reddito e minoranze etniche, hanno meno spazi verdi rispetto ai quartieri più centrali, in genere abitati da persone ad alto reddito e per lo più bianchi. Meno alberi significa temperature più alte e, in generale, meno biodiversità; inoltre, attorno ai quartieri più periferici è facile che vi siano aree industrializzate, e anche discariche e siti di smaltimento: caldo, sporco e inquinamento favoriscono la presenza di animali come topi e zanzare, con conseguenze negative sulla salute e sul benessere dei residenti, com'è facile immaginare.

Ambientalismo sociale. Secondo gli autori, i problemi ambientali non dovrebbero prescindere da quelli sociali, ma includerli: costruire case sicure ed economiche e far sì che vengano abitate sempre (non lasciandole, cioè, disabitate tra un inquilino e l'altro) creerebbe maggiore stabilità ecologica per le persone, gli animali e le piante della zona; parchi e zone verdi favorirebbero la biodiversità di flora e fauna, e buone linee di trasporto pubblico tra periferia e zone di lavoro ridurrebbero le emissioni di CO2. Sembrerà banale, ma è così: migliorare il tenore di vita nei quartieri periferici, più poveri e magari popolati da minoranze etniche, aiuterebbe persino l'ambiente.

12 settembre 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us