Ecologia

Il detersivo migliore? L'acqua. Lava bene e sporca poco

Presto potremmo dire addio agli scaffali pieni di detersivi, il miglior modo per sciogliere le macchie dai tessuti potrebbe diventare l'acqua. Come dimostra un esperimento compiuto da alcuni...

Il detersivo migliore? L'acqua. Lava bene e sporca poco
Presto potremmo dire addio agli scaffali pieni di detersivi, il miglior modo per sciogliere le macchie dai tessuti potrebbe diventare l'acqua. Come dimostra un esperimento compiuto da alcuni scienziati australiani.

Basta allarmismi davanti alle macchie 'ostinate' e addio per sempre alla sgradevole sensazione di aver sbagliato ancora una volta detersivo. L'acqua potrebbe essere la soluzione.
Basta allarmismi davanti alle macchie 'ostinate' e addio per sempre alla sgradevole sensazione di aver sbagliato ancora una volta detersivo. L'acqua potrebbe essere la soluzione.

Niente più indugi davanti agli scaffali dei supermercati nello scegliere il detersivo migliore per sciogliere anche la macchia più “ostinata”, presto si potrebbe usare semplicemente l'acqua. Almeno secondo alcuni scienziati dell'università di Canberra, in Australia, che hanno appurato che anche l'acqua ha un potere sgrassante come i detersivi, grazie a un esperimento in cui hanno fatto sciogliere dell'olio in una provetta di acqua.
Aria come colla. Detto così ha dell'incredibile perché l'olio normalmente non si scioglie nell'acqua. L'aria presente nell'acqua agisce, infatti, da collante per le piccole particelle oleose, che si attaccano tra loro e non si disperdono. E, nel caso dei tessuti, le bollicine d'aria impediscono che le goccioline di grasso si stacchino dalla superficie, lasciando intatte le macchie di sporco, che si possono eliminare solo con l'aiuto di un detergente.
Per questo i ricercatori guidati da Richard Pashley hanno sottoposto l'acqua prima a un processo di “degassazione”, eliminando ogni particella di aria e solo in seguito l'hanno mischiata con l'olio in una provetta. Immediatamente si sono accorti che il liquido era diventato torbido, a causa delle minuscole goccioline di olio disperse nell'acqua.
Meglio del sapone. L'acqua “sottovuoto” dal potere sgrassante potrebbe sostituire gli attuali saponi e detersivi, con notevoli vantaggi non solo per mari, laghi e fiumi, ma probabilmente anche per il portafogli. I ricercatori, che hanno degassato l'acqua utilizzando il pompaggio a vuoto e vari cicli di congelamento, assicurano che il processo fatto a livello industriale potrebbe essere ancora più efficiente ed economico.
L'unico inconveniente è che i gas dispersi durante il processo, vengono riassorbiti nel momento in cui l'acqua viene di nuovo esposta all'aria. Ma, assicurano i ricercatori, il processo è talmente lento da non pregiudicare l'effetto pulente dell'acqua.

(Notizia aggiornata al 27 gennaio 2005)

27 gennaio 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us