Ecologia

Il decalogo del ciclista metropolitano italiano

Basta poco per circolare tutti più sereni e sicuri.

La bicicletta, normale o elettrica, di proprietà o in bike sharing, è una delle soluzioni al traffico e allo smog nelle città italiane. Ma servono regole e buona educazione da parte dei ciclisti. Ecco il primo decalogo del ciclista in città.

“I ciclisti sono una risorsa, ma solo se seguono le regole e il codice della strada”

Due ruote contro lo smog -La bicicletta, tradizionale o elettrica, è un mezzo economico, ecologico e salutare per muoversi in città. Andando in bici, se i chilometri da fare non sono molti, di solito si arriva molto prima e non si hanno grossi problemi di parcheggio. In tutto il percorso non si emette una sola particella di CO2 - fatto salvo il fiatone! - né particolato o altre sostanze inquinanti. La bici è senza dubbio un’ottima risposta al problema dello smog e del traffico urbano.

Ciclista selvaggio - Non è raro, però, sentire gli automobilisti e i pedoni lamentarsi del comportamento di alcuni ciclisti un po’ troppo allegri nella guida. La sensazione di libertà offerta da una pedalata, a volte, fa dimenticare che anche quando si va sulle due ruote bisogna rispettare le regole del codice della strada e della buona educazione. Un esempio? I ciclisti fuori città, che spesso viaggiano in gruppo tirandosi le volate a vicenda. Niente di più vietato dal codice che prevede che «i ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due, quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell’altro».

Il decalogo del web - Ecco, allora, l’esigenza di formare e informare i ciclisti sulle regole da seguire quando si è in strada a cavallo della propria bici. Una buona fonte è il decalogo redatto dal sito Avoicomunicare.it: poche ma semplici regole per una civile convivenza tra ciclisti, pedoni e automobilisti. Si va dai suggerimenti sulla manutenzione della bici al rispetto dei pedoni, dalla buona educazione nel parcheggio al suggerimento del bike sharing per chi non ha una bici ma vorrebbe usarla. Vuoi sapere come si sta in strada su due ruote senza rischiare e senza intralciare gli altri? Leggi il decalogo del ciclista fatto sul web. (sp)

Le tecno-bici 2.0: ibride, coperte ed elettriche

11 luglio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us