Ecologia

Il 91,7% delle imprese ha un codice etico

A tracciare il quadro è l'Osservatorio Sostenibilità Supply Chain (Ossc) annuale, realizzato da Acquisti & Sostenibilità

Roma, 12 dic. - (AdnKronos) - Il 91,7% delle imprese ha un codice di condotta o un codice etico che fa riferimento alla relazione con i fornitori. Tuttavia solo 75 su 430 imprese hanno un documento specifico e molto dettagliato per la relazione coi i fornitori. A tracciare il quadro è l'Osservatorio Sostenibilità Supply Chain (Ossc) annuale, realizzato da Acquisti & Sostenibilità. Dal rapporto emerge che il 56,5 % delle imprese ha una o più politiche di sostenibilità per gli acquisti e la catena di fornitura mentre il 65,7% ha definito i suoi impegni nella catena di fornitura.

Il 66% definisce i fattori critici della sostenibilità nella catena di fornitura correlati al proprio contesto di business. Il 44% ha programmi di coinvolgimento e formazione dei propri dipendenti sui temi della sostenibilità ed in particolare verso quella relativa alla catena di fornitura. Purtroppo solo il 15% delle imprese ha alcune risorse umane dedicate a tempo parziale o pieno per gestire i programmi di sostenibilità della catena di fornitura (solo 10 Imprese su 430 hanno invece risorse a tempo pieno). Il 56,5% dichiara di valutare i fornitori secondo criteri di sostenibilità, tuttavia solo il 36,6% ha strumenti per la valutazione oggettiva e quantitativa.

E ancora: il 74,8% realizza progetti ed iniziative per ottimizzare e razionalizzare la mobilità del personale e la logistica delle merci in ottica di sostenibilità ambientale e sociale. Il 54,6% dispone di indicatori di prestazione per la sostenibilità della catena di fornitura, tuttavia la qualità passa da un livello basico (ad esempio: il numero di fornitori che hanno firmato il codice etico, le certificazioni ambientali e sociali possedute dai fornitori) ad un livello avanzato (ad esempio: il rating di sostenibilità dei materiali e servizi acquistati, la percentuale di fornitori formata su temi di sostenibilità). Solo 15 imprese hanno un livello avanzato, cioè con un maggiore dettaglio e una consistenza effettiva di ciò che viene misurato.

12 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us