Green Island, alveari e design in scena a Milano

Le api e le loro case sbarcano nella città di Expo, in un percorso tra sostenibilità, architettura e apicoltura dedicato a regine e operaie. Guarda anche una selezione dei migliori progetti e percorsi di Expo

Minacciate da parassiti, pesticidi e misteriose morie, le api sono pronte a prendersi una piccola rivincita nella città di Expo 2015. A partire dal 14 aprile inaugura a Milano il progetto internazionale Green Island, una serie di mostre, incontri, conferenze, esibizioni musicali, laboratori didattici e installazioni dedicati ai temi della salvaguardia delle api e dei loro prodotti e della sostenibilità delle città.

Fulcro dell'iniziativa in collaborazione con il Consorzio nazionale apicoltori Mielizia-Conapi, è il progetto Alveari urbani, che vedrà artisti e designer internazionali declinare in fantasiose varianti il tema delle arnie in città. Progetti e disegni saranno esposti nell'Atrio dalla Stazione di Porta Garibaldi.

I prototipi degli alveari saranno invece realizzati da artigiani ed esposti in un percorso che si snoderà per tutta la città, dal Duomo a Porta Genova, dalla Rotonda della Besana ai Giardini di Porta Venezia. Le foto di alcuni alveari urbani sparsi per il mondo

Il tema degli alveari urbani è oggi molto attuale: ne sono stati installati, per esempio, tra i grattacieli di Astoria a New York, ma anche sul tetto della Borsa di Londra e in cima all'Opera di Parigi. Guarda gli alveari urbani più importanti

In questa foto e nelle successive, alcuni dei progetti protagonisti. Qui un'interpretazione di alveare proposta dalla designer londinese Judith Cowan, ispirata alla danza circolare delle api (con lo skyline di una grande metropoli sullo sfondo). Il tettuccio dell'alveare si trasforma in uno sgabello che l'apicoltore può utilizzare per smielare.

La visione di un alveare sul grattacielo più alto d'Italia, tra i simboli della Milano moderna: la Torre Unicredit di piazza Gae Aulenti (231 metri di altezza). Come in un'immagine al microscopio sono visibili i pattern esagonali delle arnie. Spettacolari faccia a faccia con le api

Il fotografo concettuale americano Paul Clemence indaga qui come le simmetrie degli alveari abbiano esercitato un notevole influsso sulle tipologie abitative metropolitane. Guarda anche le case formicaio di Hong Kong

Un lavoro di Katia Loher, artista svizzera trapiantata a New York il cui lavoro rimanda spesso alla figura della sfera (e, come metafora, anche al pianeta Terra, e all'occhio). Nel tondo, una domanda a cui la comunità scientifica sta cercando di dare risposta: perché le api stanno scomparendo?

Il progetto dell'artista slovena Polonca Lovsin è un omaggio alle 90 mila api che vivono sul tetto dell'Opéra di Parigi, che si nutrono dei fiori di melo e ciliegio e producono un miele che sa di menta e limone. Il miele: come si fa, chi lo fa, come sceglierlo

Il primo apiario nacque probabilmente raccogliendo un tronco cavo contenente uno sciame. Più tardi iniziarono a comparire i primi alveari artificiali, fatti di tronchi cavi o scorza di sughero. Il progetto di Lois Weinberger rende omaggio alle origini dell'apicoltura umana.

Scatole lignee adibite ad abitazioni per api, ammassate quasi a voler simboleggiare gli appartamenti di un grattacielo. La proposta dei londinesi di Fieldworks.

Una rivisitazione del concetto di alveare dell'artista bosniaco Igor Sovily, fondatore dell'associazione artistica "Tač.ka" ("alveare colorato"): nei terreni dell'associazione si trovano circa 6 mila arnie che vengono seguite con tecniche di apicoltura tradizionali.

La frase ideata dai designer del duo Control Zac gioca sul suono della parola bee, ape: "Essere un'ape, o non esistere" è l'amletico dilemma. La frase accanto recita "Meno api meno piante, meno piante meno cibo, meno cibo e moriremo anche noi con loro". Come sarebbe il tuo supermercato, se sparissero le api

Questo progetto di casa per le api ideato dall'atelier olandese Van Lieshout utilizza la resina per imbarcazioni delle barche per simboleggiare la duttilità tipica della cera degli alveari.

Arnie al Giardino del Terraggio, a Milano, con l'installazione Sky Hive: 6 piccole arnie gialle ideate dagli olandesi di Bee Collective che ricordano l'importanza delle api per il nostro sostentamento e per il futuro alimentare del pianeta. Per saperne di più su Sky Hive

Minacciate da parassiti, pesticidi e misteriose morie, le api sono pronte a prendersi una piccola rivincita nella città di Expo 2015. A partire dal 14 aprile inaugura a Milano il progetto internazionale Green Island, una serie di mostre, incontri, conferenze, esibizioni musicali, laboratori didattici e installazioni dedicati ai temi della salvaguardia delle api e dei loro prodotti e della sostenibilità delle città.