Ecologia

Global warming: gli scenari dell'aumento di temperatura

La temperatura media della Terra aumenterà: ma c'è una differenza tra 1,5 e 2 gradi in più?

Quando a fine 2015, a Parigi, nell'ambito della conferenza sul clima (la COP21: vedi su Focus.it), si sono ritrovati attorno allo stesso tavolo gli uomini più potenti della Terra e gli scienziati che studiano i cambiamenti climatici, in molti erano concordi nell'affermare quanto sia importante contenere l'aumento della temperatura media del pianeta entro i 2 °C rispetto al periodo preindustriale (oggi siamo a circa +1 °C).

In quell'occasione, tuttavia, alcuni ricercatori sostennero che l'obiettivo dovrebbe essere più basso, fissato a 1,5 °C: una differenza di mezzo grado può sembrare poca cosa, ma una ricerca recente ha dimostrato che, su scala globale, questo piccolo scarto può avere un impatto importante su alcune aree del pianeta.

Spiega Carl-Friedrich Schleussner, del Climate Analytics: «Abbiamo trovato profonde differenze, per tutti i luoghi del pianeta che abbiamo analizzato, che vanno dagli eventi estremi alla reperibilità dell'acqua, dai raccolti al degrado delle barriere coralline». Ecco alcuni esempi.

Mediterraneo: in questa regione, un aumento della temperatura media della Terra di 1,5 °C rispetto al periodo preindustriale porterà a una riduzione della reperibilità dell'acqua del 10%. I nostri modelli mostrano che se l'aumento fosse di 2 °C la riduzione toccherebbe il 20%.

desertificazione
2015: l'anno più caldo di sempre, finora (vedi su Focus.it).

Regioni tropicali: in queste aree una differenza di mezzo grado avrà pesanti ricadute sui raccolti, soprattutto in America centrale e in Africa occidentale. Nei nostri modelli, mezzo grado in più si traduce in un dimezzamento dei raccolti. Per contro le ondate di calore, ossia il numero di giorni con temperature al limite della sopportazione.

Barriere coralline: un aumento contenuto a 1,5 °C potrebbe dare modo alle barriere coralline di adattarsi al nuovo ambiente, e quindi sopravvivere. Se l'aumento fosse superiore l'ambiente cambierebbe troppo rapidamente per consentire l'adattamento.

A livello globale: con 1,5 °C il livello del mare aumenterà di "soli" 40 centimetri prima di fine secolo; un ulteriore mezzo grado porterebbe la crescita a 50 centimetri, con risultati drammatici per molte città costiere e catastrofici per le isole coralline abitate dall'uomo.

3 maggio 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us