Ecologia

Gioielli? La tendenza è Maasai e sbarca a Expo

Milano, 6 apr. - (AdnKronos) - Collezioni di gioielli, realizzati rigorosamente a mano utilizzando perline in vetro, filo di ferro, filo di nylon ed elementi di riciclo, esportate e vendute in tutto il mondo, da Parigi a New York, da Vancouver a Riccione. La tendenza è Maasai, con i suoi colori accesi e le forme geometriche che creano affascinanti motivi decorativi, quelli che ricorrono nelle creazioni della Maasai Women Art (Mwa), cooperativa di donne Maasai che produce gioielli tradizionali per il mercato internazionale.

La cooperativa sarà ospite nello spazio "Me and We - Women for Expo" del Padiglione Italia di Expo Milano 2015. Tra i 24 progetti selezionati da We - Women for Expo, infatti, c’è anche l’iniziativa promossa dall'Istituto Oikos, organizzazione non-profit che opera in Italia e nel mondo per la conservazione delle risorse naturali e lo sviluppo sostenibile.

Dal 9 al 14 agosto, una mostra temporanea racconterà la storia e il lavoro di Mwa attraverso video, foto, materiale informativo e un’esposizione dei gioielli realizzati.

Il progetto di Istituto Oikos, avviato nel 2006 e diventato autosufficiente nel 2008 con il nome di Tanzania Maasai Women Art (Tmwa), ha contribuito a migliorare le condizioni di vita di 200 donne Maasai del villaggo di Mkuru, nel Nord della Tanzania, sostenendole nella costituzione di una cooperativa di produzione e vendita di gioielli artigianali in perline.

La creatività della designer italiana Francesca Torri Soldini, coinvolta nel progetto, e dei suoi studenti dello Ied (Istituto Europeo di Design) di Milano, ha permesso di ottenere prodotti originali, raffinati, costantemente in linea con le nuove tendenze della moda internazionale.

Ogni gioiello creato secondo le antiche tradizioni Maasai rivisitate da Francesca Torri Soldini e dai giovani designer, è un viaggio immaginario attraverso i colori della savana. Il ricavato garantisce un reddito stabile per le donne che hanno potuto abbandonare un’attivit illegale e dannosa per l’ambiente e la salute: il taglio degli alberi per la produzione di carbonella.

6 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us