Ecologia

Gestione rifiuti, per Legambiente "c'è concorrenza tra inceneritori e cementifici"

Il decreto sui Css del governo Monti e lo Sblocca Italia secondo Stefano Ciafani, dimostrano che le politiche governative sono schizzofreniche

Roma, 4 mar. - (AdnKronos) - Bruciare Combustibili solidi secondari nei cementifici rompe le uova nel paniere a chi dei rifiuti ha fatto il proprio business, come gli inceneritori. Tra i due mondi “c'è concorrenza”. Ne è convinto Stefano Ciafani, vicepresidente di Legambiente, sottolineando che “quindi c'è concorrenza tra Federambiente e l'associazione dei cementieri”. Il primo, spiega Ciafani all'Adnkronos, “spinge sugli inceneritori e ha avuto lo Sblocca Italia l'altro spinge sui cementifici e ha avuto il decreto del governo Monti”. A ognuno il suo, dunque. Ma questo dimostra che “le politiche governative sono schizofreniche”.

“Due anni fa – ricorda Ciafani - il governo Monti hanno fatto i decreti per garantire le semplificazioni per l'uso dei Css negli impianti industriali esistenti e nei cementifici. Dopodiché nello 'Sblocca Italia' il governo Renzi approva un decreto che spinge molto sull'incenerimento”.

Questo dimostra che “i governi devono fare pace con se stessi sapendo però che la priorità europea è fare in modo che la riduzione si faccia veramente e che il riciclaggio, che rappresenta il secondo atto nella gestione integrata dei rifiuti, convenga economicamente rispetto al recupero energetico e rispetto alla discarica”.

Secondo il vicepresidente di Legambiente, invece, il combinato disposto da questi due provvedimenti “è che c'è più spazio per il recupero energetico e questo non va bene perché il recupero energetico deve andare gradualmente in diminuzione parallelamente alla diminuzione della discarica. Fatto salvo questo il problema dei cementifici sono le emissioni in atmosfera a prescindere dal combustibile”.

Purtroppo, sottolinea Ciafani, “si è creata questa isteria collettiva che ci si accorge del cementificio solo quando c'è un progetto di bruciare un po' di Css. Allora il problema dei cementifici sono le emissioni in atmosfera a prescindere, anche perché quando brucia pet coke quel cementificio brucia un combustibile molto più inquinante. Addirittura quando brucia Css per alcuni inquinanti il limite si abbassa e quindi paradossalmente c'è un beneficio ambientale su quel territorio”.

4 marzo 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us