Ecologia

Genova 2014

Uragani e tornado, alluvioni e smottamenti: di chi è la colpa? Che cosa possiamo fare? Le riflessioni di un fotografo, Federico Crovetto, e le sue immagini di Genova.

La recente alluvione a Genova mi fa pensare di nuovo a ciò che succede con il clima in questi anni, in Italia come nel resto del mondo. Fenomeni climatici anomali, tempeste, uragani, tornado... con frequenza e intensità mai registrate prima. Ho scattato queste foto il 13 settembre: parlano da sole.

La Terra ha sempre subito variazioni climatiche importanti, spesso drammatiche e letali per la vita, umana e non. Ma erano variazioni graduali, non repentine, e ogni volta gli esseri viventi hanno avuto la possibilità di adattarsi e trovare nuovi equilibri. Oggi sembra invece succedere qualcosa di diverso: l'uomo partecipa attivamente a un mutamento climatico importante, accelerandolo. L'industria, agricoltura e allevamento, stili di vita: tutto avviene su scala globale, e tutto può essere ridotto a una sola parola, inquinamento. Gas serra, come l'anidride carbonica (la CO2) il metano e altri, riversati in atmosfera a velocità e in quantità impressionanti, modificano il clima globale. Forse non tutti gli scienziati sono d'accordo e litigano tra loro sulle cause e sull'evoluzione futura del clima, ma intanto...

Intanto ecco Genova e tutte le Genova d'Italia. Quando succede qualcosa del genere, i cittadini colpiti, arrabbiati, furiosi danno la colpa alle amministrazioni e al politico di turno. In realtà i danni sono storici, sono venuti in decenni di superficialità e incuria generale: il dissesto idrogeologico l'abbiamo costruito tutti insieme, anno dopo anno, con il cemento dove non doveva stare e l'abbandono delle campagne e i materassi gettati nei canali. Nessuno deve sentirsi assolto. Adesso, però, che cosa fare?

Per fortuna siamo diventati un poco più consapevoli delle relazioni tra ciò che facciamo e le conseguenze delle nostre scelte, e le risposte della gente - politici inclusi - non dovrebbero essere poi così difficili da trovare.

15 ottobre 2014 Federico Crovetto
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us