Ecologia

Uova di drago per domare gli incendi

Fuoco contro fuoco: un antico metodo utilizzato per contenere vasti incendi è stato rivisitato in chiave tecnologica. Ecco come funzionano le uova di drago.

Le Dragon Eggs, uova di drago, sono l'ultima arma messa in campo dai vigili del fuoco della California contro gli incendi che ormai ogni anno devastano i boschi e le colline alle spalle di Los Angeles e di altre grandi città costiere.

 

come palline da ping-pong. Si tratta di sferette delle dimensioni di una pallina da ping-pong che vengono sganciate da droni appositamente equipaggiati sulle zone a ridosso degli incendi. Le palline, una volta toccato il suolo, esplodono e appiccano il fuoco ad arbusti e sterpaglie che si trovano nei dintorni.

Questi controfuochi controllati fanno sì che l'incendio principale, non trovando più combustibile da aggredire nel corso della sua avanzata, esaurisca la sua potenza distruttiva fino a spegnersi del tutto.

Fuoco VS fuoco! Le Dragon Eggs contengono permanganato di potassio ed etilene e una volta giunte al suolo si rompono facendo entrare in contatto le due sostanze. Si innesca quindi una reazione chimica che produce una fiamma della durata di un paio di minuti che non si spegne nemmeno in caso di forte vento.

Precise e sicure. Il controfuoco è da sempre una delle armi più efficaci per il controllo di incendi di vaste dimensioni: i droni consentono ai vigili del fuoco di rilasciare le Dragon Eggs con precisione chirurgica e di raggiungere in pochi minuti zone inaccessibili a camion o elicotteri. Non solo: i droni, una volta equipaggiati con speciali termocamere, permettono ai pompieri di rilevare dall'alto eventuali focolai che covano sotto la cenere, pronti a divampare al primo alito di vento.

6 novembre 2020 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us