Frutta da cogliere nel supermarket del futuro

supermarket
supermercato |

Nel giro di dieci anni frutta e verdura si coglieranno direttamente dallo scaffale del supermercato, a tutto vantaggio del gusto e dell’ambiente. (Franco Severo, 26 maggio 2009)

Siete tra coloro che "frutta e verdura del supermercato non sanno di niente ma vuoi mettere la comodità" o siete dei fanatici dell’alimentazione bio? La soluzione arriva dall’Inghilterra: nel giro di dieci anni frutta e verdura potranno essere colte direttamente dalla pianta, con tutta la comodità garantita dalla moderna grande distribuzione. Futurlab, società di consulenza britannica, ha infatti previsto l’arrivo nei supermercati dello scaffale idroponico: una specie di serra che troverà posto nelle corsie dei centri commerciali e che ospiterà funghi, patate, fragole, frutti di bosco, pomodori, insalata, peperoni e verdure varie. Il cliente si limiterà a cogliere dalla pianta ciò che gli serve, pesarlo e pagarlo alla cassa. Nello scaffale idroponico non ci sarà terra ma una speciale soluzione ricca di nutrienti nella quale sono affondate le radici delle piante.
Ecologico & Economico. Secondo Lucy MacLennan, responsabile tecnico di Sainsbury, una delle più grandi catene commerciali britanniche, questo tipo di distribuzione avrà effetti positivi non solo sulla qualità di ciò che mangiamo, ma anche sull’ambiente: frutta e verdura che troviamo al supermarket costano infatti moltissimo sia in termini di trasporto sia in termini di imballaggio. Far nascere e crescere i vegetali direttamente sullo scaffale taglierà le emissioni inquinanti legate a queste due attività. E ne trarrà vantaggio anche il gusto, visto che ci permetterà di mangiare prodotti maturati direttamente sulla pianta.

 

26 maggio 2009