Ecologia

Formazione scolastica e professionale, un piano nazionale punta al 'bio'

la proposta presentata oggi a Expo

Milano, 29 set. - (AdnKronos) - Almeno due corsi universitari specifici sull’agricoltura biologica e biodinamica, educazione alimentare nelle scuole, orti scolastici, mense biologiche in tutti gli istituti italiani. Ripensare in chiave "bio" il mondo della formazione scolastica, universitaria e professionale è la proposta, un vero e proprio Piano nazionale, presentata oggi al convegno “Il contributo della Bioagricoltura all’istruzione e alla formazione professionale” a Expo, promosso dall’associazione Agricoltura Biodinamica assieme al Forum del Bio in Expo “Il biologico nutrirà il pianeta”.

“L’agricoltura biologica e biodinamica italiana - spiega Carlo Triarico, presidente dell’associazione Agricoltura Biodinamica e rappresentante del Forum - è senza dubbio un’eccellenza a livello mondiale e può a pieno titolo, nella sua accezione più complessiva, rappresentare una chiave di rinnovamento sociale. In questa visione, la formazione non è pensata per essere indirizzata solo a professioni strettamente agricole".

Il Piano fa riferimento al ruolo multifunzionale dell’agricoltura e contempla sia la formazione per i tecnici, che per gli esperti di accoglienza e turismo, alimentazione, valorizzazione del patrimonio rurale e culturale, gestione del territorio, impatto ambientale, interventi sociali in agricoltura.

Tra le proposte di interventi operativi per mettere in atto questa nuova riforma, buone pratiche orientate alla promozione del biologico negli ambienti scolastici (educazione alimentare, mense biologiche in tutte le scuole e realizzazione di orti e giardini nelle scuole), istituzione di percorsi di istruzione secondaria di secondo grado per tecnici e professionali agrari, almeno due corsi di laurea in Italia dedicati all’agricoltura biologica e biodinamica.

Inoltre i corsi di laurea già esistenti in Agraria dovrebbero tutti avere almeno una cattedra in bioagricoltura e integrare gli insegnamenti, con corsi mirati all’innovazione del settore. Almeno due cattedre nel Paese dovrebbero essere dedicate all’agricoltura biodinamica. Infine sarebbe necessario istituire dottorati di ricerca, borse post dottorato, assegni di ricerca e programmi di ricerca per favorire le attività in bioagricoltura nelle università italiane.

La superficie destinata al biologico nel nostro Paese ha raggiunto ormai l’11% circa della superficie agricola nazionale, mentre i consumi progrediscono al ritmo di due cifre di crescita di anno in anno: dal 2013 al 2014 si è registrato un aumento del 17%. Le esportazioni fanno da traino al settore, l’unico che esce dalla crisi economica con un saldo in attivo.

In questo quadro, l’agricoltura biodinamica (la parte più attenta alla conservazione della fertilità dei suoli e alla protezione dei campi, nell’ambito più ampio della bioagricoltura) trova nel nostro Paese il suo terreno d’elezione: l’Italia è seconda nel mondo per superfici destinate al biodinamico, mentre sono più di mille le aziende agricole che utilizzano questa specifica modalità di coltivazione, tra cui le più estese del biologico.

29 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us