Fenicotteri ''inseguiti'' dall'energia solare

I satelliti sono utilizzati per scoprire dove vanno a finire alcuni fenicotteri di un lago africano.

2003529154229_14
|

Fenicotteri ''inseguiti'' dall'energia solare
I satelliti sono utilizzati per scoprire dove vanno a finire alcuni fenicotteri di un lago africano.

 

Un gruppo di fenicotteri minori nelle acque del lago Bogoria, in Kenya. Seguirli è diventato facile, con i satelliti.
Un gruppo di fenicotteri minori nelle acque del lago Bogoria, in Kenya. Seguirli è diventato facile, con i satelliti.

 

Presto gli scienziati dell'Università di Leicester, nel Regno Unito, sapranno di più su uno degli uccelli africani più spettacolari: il fenicottero minore. Sta infatti riscuotendo risultati significativi il progetto pilota messo in atto in Kenya, presso il lago Bogoria, che prevede il monitoraggio di questi uccelli tramite sistemi satellitari. Alcuni esemplari sono stati forniti di trasmettitori satellitari del peso di 40 grammi e alimentati a energia solare: grazie a questi strumenti i ricercatori hanno scoperto che i fenicotteri minori sono più mobili di quanto si credesse e stanno cercando di individuare quali sono i laghi più visitati dagli uccelli per trasformarli in siti eletti alla loro conservazione.
Adotta un fenicottero. Al fine di supportare il progetto, è in preparazione anche un sito Internet che intende rendere noto al grande pubblico il futuro a rischio di questa specie di uccelli e che, in più, darà la possibilità di adottare un esemplare di fenicottero “equipaggiato” di sistema satellitare. Da “curare” a distanza.

(Notizia aggiornata al 3 giugno 2003)

 

29 maggio 2003