Ecologia

Fair&Ethical Fashion Show, dal 22 al 24 maggio Milano si 'veste' con la moda etica e sostenibile

Al via la prima fiera internazionale della moda equa, etica e sostenibile con una trentina di espositori di capi, tessuti e accessori del settore e un fitto programma di appuntamenti tra convegni, workshop, presentazioni e proiezioni, tra cui la première italiana di 'The True Cost', l'ultimo film di Andrew Morgan

Roma, 20 mag. (AdnKronos) - Milano si 'veste' in modo etico e solidale: dal 22 al 24 maggio lo Spazio Ex-Ansaldo ospita il Fair&Ethical Fashion Show, appuntamento internazionale della moda equa, etica e sostenibile con una trentina di espositori di capi, tessuti e accessori del settore e un fitto programma di appuntamenti tra convegni, workshop, presentazioni e proiezioni, tra cui la première italiana di 'The True Cost', l'ultimo film di Andrew Morgan.

Negli stand saranno presenti le due organizzazioni promotrici, Agices-Equo Garantito e Wfto - World Fair Trade Organization, e il Comune di Milano. Gli importatori diretti del Commercio Equo e Solidale partecipano con tre stand: Auteurs du Monde, la collezione di Altromercato disegnata da Marina Spadafora con i suoi abiti realizzati dai migliori artigiani provenienti dai villaggi asiatici, sudamericani e africani; Equo Mercato con prodotti per ogni settore, dall'abbigliamento alla cura personale; altraQualità con la sua idea Trame di Storie, concezione dell'abito come oggetto carico di memorie personali e collettive.

Ma i grandi protagonisti del primo salone internazionale della moda equa, etica e sostenibile, che si svolge nella cornice della World Fair Trade Week 2015 (23-31 maggio, Milano), saranno gli artigiani e i produttori provenienti dall'Italia e non solo. Fra i produttori nostrani troviamo la padovana Womsh, famosa per le sue sneakers a impatto zero, e la calabrese Cangiari, primo marchio etico di alta moda in Italia. La stilista milanese Nicoletta Fasani esporrà i suoi modelli nati da forme componibili e gli accessori creati con i tessuti provenienti dai materiali di scarto dei vestiti. Una filosofia del riutilizzo adottata anche dal Laboratorio Lavgon, casa di produzione tutta al femminile che nasce in una vecchia cascina restaurata nei pressi di Pavia.

Ci sarà, tra le altre realtà del settore, l'azienda bergamasca Par.Co Denim con i suoi jeans cimosati di composto naturale 100% biodegradabile. Da Forlì arriverà Mari Nikolo, la casa fondata da Mariela Nikolova, specializzata in ricerche innovative nello sviluppo di capi di abbigliamento bio, componibili con parti intercambiabili e multitaglia. E ancora: il progetto Sigillo, la prima agenzia nazionale di coordinamento dell'imprenditorialità delle donne detenute, sarà il marchio esposto sui capi confezionati nei penitenziari. Gli ospiti internazionali saranno rappresentati, tra gli altri, dall'azienda tedesca Lebenskleidung produttrice di capi confezionati con bio-tessuti. Dalla Colombia arriverà Sapia, piccola azienda nata nel 1989 e oggi attiva sul mercato equo e solidale con oggetti prodotti con la buccia delle arance, le foglie di mais, la tagua, la lana, il cotone, la pasta di mais.

Fair&Fashion Ethical Show è organizzata da Agices-Equo Garantito e Wfto con il coinvolgimento dell'assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca del Comune di Milano e di realtà del panorama milanese e nazionale della moda etica: Camera Nazionale della Moda, Sistema Moda Italia, Piattaforma Sistema Formativo Moda, White, Ftl moda, Sigillo, Clean Clothes Campaign.

20 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us