Eurovo e ministero dell'Ambiente alleati contro la Co2

L'azienda che produce uova e ovoprodotti ha siglato un accordo volontario di collaborazione per definire una metodologia di calcolo della carbon footprint applicabile a tutta la linea ''Le Naturelle''

Roma, 20 ott. - (Adnkronos) - Ridurre l'impronta ambientale della linea di produzione e impacchettamento delle uova e ovoprodotti a marchio 'Le Naturelle'. Con questo obiettivo Eurovo, azienda che produce uova e ovoprodotti, ha siglato un accordo volontario di collaborazione con il ministero dell'Ambiente. A firmare l'intesa sono stati Francesco La Camera, direttore generale ad interim della direzione per lo sviluppo sostenibile, il clima e l'energia, e Federico Lionello, direttore commerciale e marketing di Eurovo. Le rilevazioni sono a cura dell'Università di Padova.

 

Con questa intesa, spiega Federico Lionello, direttore commerciale e marketing di Eurovo, "vogliamo rendere ancora più forte il nostro impegno a favore dell'ambiente. Da sempre, intendiamo offrire ai consumatori la massima genuinità dei nostri prodotti, siglare questo accordo con il Ministero rafforza ulteriormente il concetto. Siamo assolutamente convinti della bontà di questa iniziativa, alla quale abbiamo aderito con entusiasmo''.

 

Eurovo avvierà una collaborazione con il ministero per definire una metodologia di calcolo della carbon footprint applicabile a tutto il settore della produzione di uova e ovoprodotti della linea ''Le Naturelle'', in conformità con la norma Uni En Iso/Ts 14067. Verranno effettuate l'analisi e la contabilizzazione delle emissioni di Co2 equivalenti prodotte nel corso del ciclo di vita, con l'obiettivo di ridurle attraverso i meccanismi del protocollo di Kyoto.

 

20 ottobre 2014 | ADNKronos