Ecologia

Estate rovente ed è allarme global warming

Fino a 30 anni fa le estati eccezionali erano un'eccezione...

di
Ragazzi, ma che caldo fa? Gli scienziati del Goddard Space Flight Center, dopo aver analizzato i dati ed effettuato le dovute statistiche, non hanno dubbi: è allarme "riscaldamento globale". Guarda i grafici della NASA!

"Solo il periodo 1950-1980 è considerato normale"

Fa troppo caldo -

Goddard Space Flight Center della NASA

Trent'anni di anomalie - Il periodo preso in considerazione dalla NASA va dal 1951 al 2011. Per ognuno di questi sessant'anni sono state prese in considerazione le temperature massime estive e confrontate alla media per vedere quanto si allontanassero. Dati alla mano, secondo gli scienziati fino ai primi anni '80 tutto è filato tutto liscio: ogni tanto capitava un'estate eccezionale, ma era appunto un'eccezione e non la regola. Nei trent'anni successivi, cioè dal 1980 a oggi, tutto è cambiato e la frequenza delle estati anomale con temperature record è schizzata alle stelle.

Meteo e clima - Il problema, quando si fanno studi del genere, è sempre quello di non confondere il meteo con il clima. Cioè le condizioni locali e specifiche con le tendenze globali e durature. Secondo il Goddard Space Flight Center, però, le anomalie sono talmente tante e talmente tanto diffuse in tutto l'emisfero nord del pianeta che non è più possibile parlare di semplici eventi meteo scollegati tra loro. Come spiega James Hansen, uno degli autori dello studio «queste anomalie erano rare nel clima prima del riscaldamento degli ultimi 30 anni, quindi la statistica ci lascia dire con un buon grado di certezza che non avremmo avuto un'anomalia così estrema quest'estate in assenza di global warming". A futura memoria degli scettici del clima... (sp)

Guarda i grafici sul caldo anomalo realizzati dalla NASA


7 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us