Ecologia

Elettricità dall'acqua: invenzione del MIT

Al Mit l'energia elettrica arriva dall'idrogeno!

Energia elettrica dall’idrogeno? Gli ingegneri del Massachussets Institute of Technology (MIT) hanno sviluppato un sistema per immagazzinare energia solare che si ispira alla fotosintesi clorofilliana.

“Una bottiglia e mezzo di acqua potrebbe alimentare un intero appartamento”

Madre Natura insegna - Sono anni che Daniel Nocera, professore di chimica al Mit, lavora a un sistema economico per immagazzinare l'energia prodotta dai pannelli solari. E c’è riuscito. La scoperta si ispira a uno dei passaggi chiave della fotosintesi clorofilliana: la scissione dell’acqua in idrogeno e ossigeno. Le piante, tramite la clorofilla, sono in grado di trasformare l’energia solare in energia chimica, un processo che in pratica “imprigiona” l’energia del sole.

Niente emissioni - La scoperta di Daniel Nocera riprende lo stesso “stratagemma” usato dalle piante per separare le molecole d’acqua e produrre energia utilizzabile. Il segreto è un catalizzatore in grado di utilizzare l’elettricità prodotta da una cella fotovoltaica per scindere l’acqua in idrogeno e ossigeno gassosi per poi ricombinarli per alimentare delle celle a combustibile per produrre energia elettrica. Tutto a un costo irrisorio, 24 ore su 24, sfruttando materiali non tossici e senza emissioni di CO2.

Energia di scarico - Il catalizzatore sviluppato da Nocera, a differenza di quelli impiegati nell’industria che richiedono l’impiego di soluzioni acide o alcaline, funziona con una normale acqua a pH neutro. Il ricercatore, che ha recentemente stipulato un accordo con Tata Group per portare sul mercato la sua scoperta, sostiene che presto sarà possibile produrre abbastanza idrogeno per alimentare un’intera abitazione partendo da una bottiglia e mezzo di acqua, anche di scarico. (pp)Silvia Ponzio

Il meglio alimentato a energia solare. Guarda la gallery!

25 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us