Ecologia

Elettricità dall'acqua: invenzione del MIT

Al Mit l'energia elettrica arriva dall'idrogeno!

Energia elettrica dall’idrogeno? Gli ingegneri del Massachussets Institute of Technology (MIT) hanno sviluppato un sistema per immagazzinare energia solare che si ispira alla fotosintesi clorofilliana.

“Una bottiglia e mezzo di acqua potrebbe alimentare un intero appartamento”

Madre Natura insegna - Sono anni che Daniel Nocera, professore di chimica al Mit, lavora a un sistema economico per immagazzinare l'energia prodotta dai pannelli solari. E c’è riuscito. La scoperta si ispira a uno dei passaggi chiave della fotosintesi clorofilliana: la scissione dell’acqua in idrogeno e ossigeno. Le piante, tramite la clorofilla, sono in grado di trasformare l’energia solare in energia chimica, un processo che in pratica “imprigiona” l’energia del sole.

Niente emissioni - La scoperta di Daniel Nocera riprende lo stesso “stratagemma” usato dalle piante per separare le molecole d’acqua e produrre energia utilizzabile. Il segreto è un catalizzatore in grado di utilizzare l’elettricità prodotta da una cella fotovoltaica per scindere l’acqua in idrogeno e ossigeno gassosi per poi ricombinarli per alimentare delle celle a combustibile per produrre energia elettrica. Tutto a un costo irrisorio, 24 ore su 24, sfruttando materiali non tossici e senza emissioni di CO2.

Energia di scarico - Il catalizzatore sviluppato da Nocera, a differenza di quelli impiegati nell’industria che richiedono l’impiego di soluzioni acide o alcaline, funziona con una normale acqua a pH neutro. Il ricercatore, che ha recentemente stipulato un accordo con Tata Group per portare sul mercato la sua scoperta, sostiene che presto sarà possibile produrre abbastanza idrogeno per alimentare un’intera abitazione partendo da una bottiglia e mezzo di acqua, anche di scarico. (pp)Silvia Ponzio

Il meglio alimentato a energia solare. Guarda la gallery!

25 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us