Ecologia

Efficienza energetica, dal fotovoltaico alle pompe di calore la guida che aiuta a scegliere

Roma, 17 dic. -(AdnKronos) - Una guida per capire come ridurre l'impronta ecologica a partire dalle nostre case migliorandone l'efficienza energetica. E' quella che MCE Lab mette a disposizione dei cittadini che vogliono orientarsi e individuare quella giusta per sé, capirne i vantaggi e il risparmio sia in termini energetici che economici. Dall'ottimizzazione energetica degli edifici, secondo le stime potrebbe arrivare al 2020 un potenziale risparmio dell’8,5% per il fabbisogno elettrico e del 95% per il fabbisogno termico.

Confrontando le soluzioni proposte, integrate e non, in base al tempo di ritorno dell'investimento (pay-back) e al costo dell’energia elettrica e termica, si evince che le pompe di calore, con un costo dell’energia a 9 c€/kWh, possano in soli 3 anni avere un ritorno sull’investimento, mentre fra le soluzioni di generazione distribuita, è il solare termico che spicca per il tempo di pay-back più veloce: sono sufficienti 1,5–2 anni con un costo dell’energia di 0,03 kW/€. Il solare fotovoltaico necessita di un arco di tempo fra i 7-9 anni, con un costo dell’energia di 0,13 c€/kWh. Superano invece i 3 anni di pay-back tutte le soluzioni integrate, maggiormente impiegate per le utenze multiple o condominiali, nelle quali giocano un ruolo importante fattori quali la dimensione dell’intervento, la maggiore propensione all’efficientamento energetico dello stabile e la ripartizione del costo iniziale tra più condomini.

POMPE DI CALORE - Per un'abitazione tipo l’investimento necessario varia dai 6.000 agli 8.000 €. Tempo di pay-back 2/3 anni. Il basso costo di funzionamento e le detrazioni fiscali dal 36% al 50% ne hanno agevolato il trend di crescita. SISTEMI DI BUILDING AUTOMATION - Questi sistemi di supervisione sui consumi elettrici e termici di un’utenza energetica necessitano di un budget fra 2.000 e i 7.000 €. Tempo di pay-back 6/8 anni. Consentono un risparmio energetico residenziale dal 10 al 20%. Sono una tecnologia matura e diffusa commercialmente e presentano opportunità di risparmio significative, pur con un elevato costo di investimento iniziale per l’acquirente.

CALDAIE A CONDENSAZIONE - Soddisfano il fabbisogno di climatizzazione invernale e acqua calda sanitaria con un range di spesa fra i 1.500 e i 3.500 €. Tempo di pay-back 6/7 anni. In media il rendimento oggi in commercio varia tra il 105% e il 109%, contro il 90 - 93% delle caldaie convenzionali. Al pari dei sistemi di BA, le caldaie a condensazione sono una tecnologia matura e diffusa commercialmente e presentano opportunità di risparmio significative, pur con un elevato costo di investimento iniziale per l’acquirente.

SOLARE FOTOVOLTAICO - Prevede un investimento da un minimo di 6.000 €, con i moduli tradizionali, fino a 18.000 € con moduli a film sottile, producendo mediamente 3.600 kWh/anno.

Tempo di pay-back 6/7 anni. Il trend di penetrazione del solare fotovoltaico è ora in fase di stabilità, dopo il grande boom di installazioni che si è registrato tra il 2009 e il 2010. Rappresenta comunque un’opportunità di medio-lungo termine per il consumatore: un impianto da 1kWp può produrre il 40% dei consumi elettrici medi di una famiglia di 3-4 persone.

MINI-EOLICO - Sono ancora in una prima fase di commercializzazione e prevedono una spesa che può partire dai 30.000 € per una produzione minima di 10 kW, fino ad arrivare a un massimo di 35.000 € fra i 10 e 20kW e produce mediamente 10.000 kW annui. Tempo di pay-back 5/7 anni. Le soluzioni di mini (micro) eolico sono tecnologie attualmente in fase di prima commercializzazione a livello residenziale, non molto diffuse nel mercato nazionale, poiché caratterizzate da investimenti importanti e complesse procedure autorizzative a cui è necessario sottostare per l’installazione e l’utilizzo di tali impianti.

SOLARE TERMICO - Il costo dipende dal tipo di collettore installato, ma anche qui si spazia da un minimo di 75 €mq per arrivare, con l’installazione di prodotti più avanzati a 550 €mq, con una produzione media di 600kW/mq per anno. Ha un basso costo di funzionamento, anche se non è supportato da un adeguato sistema incentivante. Tempo di pay-back 1.5/2 anni. Un impianto di 4 mq, ideale per una famiglia di 3 persone, permette di evitare l’emissione di oltre 1.500 kg di CO2 l’anno e riesce a coprire circa il 70% del fabbisogno medio di acqua calda sanitaria della famiglia. Utilizzato anche per il riscaldamento, può arrivare a coprire fino al 30% del consumo termico complessivo della casa (acqua calda sanitaria + riscaldamento).

CALDAIE A BIOMASSE - Rientrano in una forbice di spesa fra i 2.500 e i 5.000 €. Elementi di forza: basso costo di funzionamento e possibilità di detrazione fiscale dal 36 al 50%. Tempo di pay-back 4/6 anni - Si stima che la sostituzione di una caldaia tradizionale con una caldaia a pellet possa produrre un risparmio tra 300 e 1.000 €/anno, con un tempo di ritorno pari a 4-6 anni, grazie all’accesso agli incentivi.

SISTEMI DI MICRO-COGENERAZIONE - La spesa si aggira intorno ai 2.500 – 3.500 € per kWe installato (1kW/el e 2,8kWth). Tempo di pay-back 6/7 anni. I sistemi di cogenerazione garantiscono rendimenti dell’85% sull’utilizzo di combustibile primario, con conseguenti risparmi di combustibile utilizzato di circa il 35 - 40% rispetto ai sistemi convenzionali di produzione separata.

Come il mini-eolico, anche la micro-cogenerazione è una tecnologia attualmente in fase di prima commercializzazione a livello residenziale, non molto diffusa nel mercato nazionale, poiché caratterizzata da investimenti importanti e complesse procedure autorizzative a cui è necessario sottostare per l’installazione e l’utilizzo di tali impianti.

Tra le soluzioni tecnologiche presenti sul mercato ci sono quelle integrate di più sistemi, in particolare si tratta di 6 possibilità di combinazione con differenti funzionalità di produzione di energia sia elettrica che termica. SOLARE FOTOVOLTAICO + POMPA DI CALORE - L’investimento varia da 12.000 ai 20.000 €. Tempo di pay-back 5/7 anni. Ipotizzando le condizioni di abitazione definite in precedenza, il consumo elettrico totale della sola pompa di calore è coperto per il 60% dalla produzione fotovoltaica.

SOLARE FOTOVOLTAICO + POMPA DI CALORE + SISTEMI DI ACCUMULO ELETTRICO CON BATTERIE COSTO - Per un’abitazione tipo varia da 14.000 a 25.000 €. Tempo di pay-back 16/22 anni. Questa soluzione presenta un elevato costo di investimento iniziale, dovuto principalmente all’elevato costo dei sistemi di accumulo attualmente presenti nel mercato. Un futuro sistema incentivante per i sistemi di accumulo elettrico potrà rendere questo tipo di soluzione integrata più sostenibile economicamente.

SOLARE FOTOVOLTAICO + POMPA DI CALORE + SISTEMI DI ACCUMULO ELETTRICO CON BATTERIE + E-MOBILITY – Investimento necessario fra i 18.000 - 30.000 € Tempo di pay-back 20/25 anni. Soluzione che permette di integrare più funzioni, dall’alto costo iniziale ma che consente un autoconsumo che sale addirittura fino all’85%. SOLARE TERMICO + CALDAIA A CONDENSAZIONE - In questo caso la spesa varia tra i 6.000 a 12.000 €. Tempo di pay-back 6/7 anni. Consente risparmi e vantaggi energetici grazie al rendimento termico maggiore del 15% rispetto a una caldaia tradizionale.

SOLARE FOTOVOLTAICO + SISTEMI DI ACCUMULO ELETTRICO CON BATTERIE + CALDAIA A CONDENSAZIONE COSTO - L’investimento necessario varia da un minimo di 10.000 € ad un massimo di 16.000 €. Tempo di pay-back 16/22 anni. Questa soluzione presenta un elevato costo di investimento iniziale, dovuto principalmente all’elevato costo dei sistemi di accumulo attualmente presenti nel mercato. Un futuro sistema incentivante per i sistemi di accumulo elettrico potrà rendere questo tipo di soluzione integrata più sostenibile economicamente. ELETTRODOMESTICI BIANCHI + SISTEMI DI BUILDING AUTOMATION COSTO - Investimento iniziale che spazia fra i 5.000 e i 10.000 €. Tempo di pay-back 10/12 anni. Permette efficienza energetica, sicurezza, comfort e convenienza economica.

17 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us