Ecologia

Clandestini inconsapevoli e pericolosi

Un mattone contro le specie aliene: il progetto per allertare la comunità scientifica sulla presenza e sull'evoluzione delle popolazioni di specie invasive nei porti italiani.

Da tempo gli ecologi e i naturalisti mettono in guardia dall’arrivo e poi dalla diffusione sul territorio italiano di specie animali da altri continenti, e che potrebbero mettere a rischio la biodiversità degli ecosistemi italiani. Sono animali che arrivano aggrappati sotto alle chiglie delle navi che attraversano gli oceani, animali (e piante) ben nascosti nell'enorme flusso quotidiano dei prodotti della globalizzazione.

Complici (anche) i cambiamenti climatici e l'assenza dei loro naturali predatori, i nuovi organismi, alieni (alloctoni, non-indigeni), resistenti alle condizioni variabili di viaggi di migliaia di chilometri, trovano infine un ambiente favorevole che sono in grado di colonizzare, quasi sempre a danno di specie autoctone (locali, indigene) - che l'evoluzione non ha preparato ad affrontare.

Mediterraneo, biodiversità, Watersipora arcuata, specie invasive
Watersipora arcuata: questi piccoli organismi marini originari dei mari delle Galapagos oggi colonizzano i nostri mari. © Agnese Marchini

Sentinelle nei porti. Per tracciare il viaggio e l’arrivo di queste specie invasive l’Università di Pavia promuove il progetto Un mattone contro le specie aliene, che è possibile sostenere anche attraverso la piattaforma per il crowdfunding (raccolta fondi) a sostegno della ricerca, Universitiamo.

Il nome del progetto si ispira al metodo che i ricercatori vogliono usare: collocare, sui fondali dei porti, "mattoni" in PVC (cloruro di polivinile, un polimero), che possano fungere da substrati artificiali, un invitante primo approdo dove le nuove specie possano insediarsi e, lì, essere monitorate da biologi marini specializzati in invertebrati - perché la maggior parte delle specie aliene invasive è costituita da molluschi e crostacei.

Nell’estate del 2018 è stato condotto con successo un primo campionamento pilota nel Golfo di La Spezia: il monitoraggio grazie ai substrati artificiali consentirà anche di valutare come cambiano le comunità marine nel tempo.

8 febbraio 2019 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us