Ecologia

Clandestini inconsapevoli e pericolosi

Un mattone contro le specie aliene: il progetto per allertare la comunità scientifica sulla presenza e sull'evoluzione delle popolazioni di specie invasive nei porti italiani.

Da tempo gli ecologi e i naturalisti mettono in guardia dall’arrivo e poi dalla diffusione sul territorio italiano di specie animali da altri continenti, e che potrebbero mettere a rischio la biodiversità degli ecosistemi italiani. Sono animali che arrivano aggrappati sotto alle chiglie delle navi che attraversano gli oceani, animali (e piante) ben nascosti nell'enorme flusso quotidiano dei prodotti della globalizzazione.

Complici (anche) i cambiamenti climatici e l'assenza dei loro naturali predatori, i nuovi organismi, alieni (alloctoni, non-indigeni), resistenti alle condizioni variabili di viaggi di migliaia di chilometri, trovano infine un ambiente favorevole che sono in grado di colonizzare, quasi sempre a danno di specie autoctone (locali, indigene) - che l'evoluzione non ha preparato ad affrontare.

Mediterraneo, biodiversità, Watersipora arcuata, specie invasive
Watersipora arcuata: questi piccoli organismi marini originari dei mari delle Galapagos oggi colonizzano i nostri mari. © Agnese Marchini

Sentinelle nei porti. Per tracciare il viaggio e l’arrivo di queste specie invasive l’Università di Pavia promuove il progetto Un mattone contro le specie aliene, che è possibile sostenere anche attraverso la piattaforma per il crowdfunding (raccolta fondi) a sostegno della ricerca, Universitiamo.

Il nome del progetto si ispira al metodo che i ricercatori vogliono usare: collocare, sui fondali dei porti, "mattoni" in PVC (cloruro di polivinile, un polimero), che possano fungere da substrati artificiali, un invitante primo approdo dove le nuove specie possano insediarsi e, lì, essere monitorate da biologi marini specializzati in invertebrati - perché la maggior parte delle specie aliene invasive è costituita da molluschi e crostacei.

Nell’estate del 2018 è stato condotto con successo un primo campionamento pilota nel Golfo di La Spezia: il monitoraggio grazie ai substrati artificiali consentirà anche di valutare come cambiano le comunità marine nel tempo.

8 febbraio 2019 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us