Ecologia

Ecoreati, Assomineraria: "Con norma air gun via 17 miliardi di investimenti"

Investimenti che, "sono già pronti" e che porterebbero "allo sviluppo di 700 milioni di tonnellate di petrolio equivalente, raddoppiando così la produzione nazionale"

Roma, 4 mag. - (AdnKronos) - La norma che, nel provvedimento sugli ecoreati, vieta la tecnica dell'air gun (tecnologia che utilizza aria compressa per la ricerca di idrocarburi) bloccherebbe 17 miliardi di euro di investimenti. Investimenti che "sono già pronti" e che porterebbero "allo sviluppo di 700 milioni di tonnellate di petrolio equivalente, raddoppiando così la produzione nazionale che al momento soddisfa circa l'11% dei consumi arrivando al 22%". Così all'Adnkronos, Pietro Cavanna, presidente settore Idrocarburi Assomineraria, spiega quali sono le possibili conseguenze della proposta di legge sui delitti ambientali da domani nuovamente all'esame della Camera.

La tecnica dell'Air gun “è la meno invasiva: non utilizza esplosivo e deve sottostare a norme molto severe che richiedono la valutazione di impatto ambientale”. Inoltre, sottolinea Cavanna “è in uso in tutto il mondo e viene utilizzato da istituti di ricerca nazionali e internazionali. L'air gun infatti serve anche per scopi scientifici, per capire meglio il nostro pianeta”.

Il provvedimento così com'è, dunque, creerebbe diversi problemi al settore petrolifero e non solo: “per prima cosa farebbe scappare altrove gli investimenti. Ci sono 17 miliardi di euro già pronti che renderebbero il nostro paese più indipendente dal sistema d'importazione degli idrocarburi” che, sottolinea Cavanna nel 2014 ci ha fatto spendere 57 miliardi di euro in bolletta energetica.

E non solo. Questi investimenti sono fondamentali anche per l'occupazione: "si stimano 6 posti di lavori per ogni milione di investimenti". Se il divieto all'uso di air gun non fosse rimosso "saremmo l'unica nazione con questo divieto" aggiunge Cavanna. L'attività petrolifera, assicura il presidente settore Idrocarburi Assomineraria, "è environmentally friendly, a minor emissioni in atmosfera, occupa minor suolo e non scarica nulla a mare"

4 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us