Ecologia

È italiano il primo eco-motore ad ammoniaca

Invenzione italiana per la mobilità sostenibile.

Il primo motore alimentato ad ammoniaca nasce a Pontedera vicino a Pisa. Serve a ricaricare le batterie di un furgoncino elettrico ad autonomia estesa ed è il risultato di una collaborazione tra pubblico e privato.

“L’ammoniaca produce idrogeno ma si conserva come il GPL”

Avanguardia italiana - Per una volta l’Italia è prima nella sperimentazione sulla mobilità sostenibile a zero emissioni di CO2. E, in questo caso particolare caso, grazie a un motore estremamente innovativo rispetto a quanto visto fino a oggi perché è alimentato ad ammoniaca. È il risultato di tutto rispetto del progetto SAVIA - Sistema di Alimentazione di Veicoli a Idrogeno e Ammoniaca - nato nel 2009 dalla collaborazione tra Regione Toscana, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna e un pool di imprese private. Un progetto, quindi, 100% made in Italy.

Ammoniaca EREV - L’ammoniaca, in realtà, non alimenta il motore principale bensì un piccolo motore endotermico che serve a caricare una batteria. Questo accumulatore, poi, viene utilizzato per fornire l’energia necessaria a far muovere il vero motore del veicolo che è elettrico. Tecnicamente, quindi, siamo di fronte a un cosiddetto EREV, ossia un veicolo elettrico ad autonomia estesa. E il veicolo usato per il primo test è un furgoncino porta rifiuti, di quelli in dotazione per la raccolta differenziata porta a porta.

Oltre l’idrogeno - Ma non è tutto perché l’ammoniaca è arricchita da idrogeno e, allo stesso tempo, produce essa stessa idrogeno per alimentare il motore. Si tratta di ammoniaca liquida arricchita, in fase di iniezione indiretta, di circa 5% di idrogeno. L’ulteriore idrogeno necessario alla combustione viene ricavato dalla decomposizione termica dall’ammoniaca stessa tramite uno speciale catalizzatore appositamente realizzato nell’ambito del progetto. Questo, in parole povere, vuol dire che si possono ottenere i vantaggi dell’idrogeno senza subirne gli svantaggi. L’idrogeno, infatti, è molto difficile da conservare perché deve essere portato a temperature bassissime. L’ammoniaca, invece, si trasporta a temperatura ambiente e a 8 bar di pressione. Per fare un esempio si potrebbe dire che l’ammoniaca del progetto SAVIA si può stoccare come il normale GPL, tanto amato dagli italiani. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Panoramica delle migliori auto ibride ed elettriche

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

13 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us