Ecologia

E' doloso il 60% degli incendi boschivi

Le attività contro i crimini ambientali effettuate dalle strutture territoriali della Forestale hanno consentito nel 2013 di denunciare all'autorità giudiziaria 300 persone di cui 7 tratte in arresto o sottoposte a misure di custodia cautelare.

Roma, 23 ott. - (AdnKronos) - “C'è il forte sospetto che gli incendi vengano appiccati quando ci sono convenzioni da rinnovare o da pastori interessati ai pascoli. È un argomento di importanza nazionale che dovrà essere affrontato in commissione antimafia visto che gli incendi boschivi hanno un terribile effetto sulla natura della nazione”. Così Angelo Attaguile, membro della Commissione Antimafia della Camera, durante la presentazione del rapporto annuale sugli incendi boschivi presentato da FareAmbiente.

Secondo i dati contenuti nel dossier e forniti dal Corpo Forestale dello Stato, il 60% degli incendi è di origine dolosa. Le attività contro i crimini ambientali effettuate dalle strutture territoriali della Forestale hanno consentito nel 2013 di denunciare all'autorità giudiziaria 300 persone (238 per incendi colposi e 62 per incendi dolosi) di cui 7 tratte in arresto o sottoposte a misure di custodia cautelare.

Nel periodo 2000-2013 invece, sono state segnalate complessivamente all'autorità giudiziaria per incendio boschivo 5.302 persone, mentre 171 sono state tratte in arresto o sottoposte a misure di custodia cautelare.

Sono stati 2.850 gli incendi che hanno colpito 10.268 ettari di superficie boschiva e 11.342 di superficie non boschiva per un totale di 21.610 ettari dall’inizio dell’anno fino al 30 settembre scorso. Rispetto allo stesso periodo del 2013, il rapporto registra un aumento del 5% del numero degli incendi ma anche una diminuzione del 22 e del 25% delle superfici boschive e non boschive colpite.

I dati analizzano anche l’andamento rispetto al quinquennio precedente registrando un andamento positivo: rispetto alla media degli ultimi 5 anni si registra infatti una diminuzione del 50% degli incendi (5.684 contro i 2.850 del 2014), una diminuzione del 66% delle superfici colpite (63.662 ettari) con un picco del 69% in meno di quelle boschive (33.300 ettari) e 63% di quella non boschiva (39.362 ettari).

23 ottobre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us