Ecologia

E' boom per le certificazioni vegan, al top il vino

I vegani rappresentano l'1% della popolazione

Roma, 19 dic. - (AdnKronos) - Vegano chiama e mercato risponde. E così è boom di certificazioni veg, soprattutto nel settore vitivinicolo. A tracciare il quadro all'Adnkronos, è Carmen Nicchi Somaschi, presidente dell'Associazione vegetariana italiana (Avi) che, oltre a Qualità Vegetariana, prevede la certificazione Qualità Vegan garantita da Csqa per il cibo ed i ristoranti e da Valori Italia per vino e alcolici. I vegani, spiega Nicchi Somaschi, “rappresentano l'1% della popolazione”. In questi anni “c'è stata una vera e propria esplosione del movimento vegano” e il mercato si sta adattando. Lo dimostrano le richieste per ottenere la certificazione veg.

In un anno e mezzo “sono circa 15 i prodotti certificati: 7 solo per il vino”. Il vino italiano, sottolinea il presidente Avi, “è molto richiesto all'estero” e questo dimostrerebbe il crescente interesse del settore vitivinicolo ma nelle certificazioni troviamo anche: pasta, formaggi e conserve. La ristorazione, “che dà ormai per scontato l'alimentazione vegetariana, sta facendo un buon lavoro sul versante vegan” ma restano ancora problemi per dolce e secondo.

Cibo a parte, “la ristorazione ha capito che per offrire un servizio migliore non può trascurare il dialogo con le associazioni di categoria”. Lo stile di vita vegano “non si sceglie né per moda né per salute. Deve essere una scelta coerente con il nostro modo di pensare”. Unico problema della dieta vegana? La carenza di vitamina B12 ma, niente paura assicura Nicchi Somaschi, “può essere sostituita con alcuni integratori alimentari naturali”.

19 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us